Economia Piazza Verdi

4U, lavoratori davanti al Massimo: "Per farci vedere dai politici che vanno a teatro"

Singolare protesta dei dipendenti che si sono dati appuntamento davanti alla scalinata, in occasione della prima de “Un ballo in maschera” di Giuseppe Verdi. E mentre pende l'incubo della liquidazione, 175 lavoratori sono in procedura di mobilità

Protestano i lavoratori del call center 4U. Alle 19 si sono dati appuntamento davanti alla scalinata del teatro Massimo, in piazza Verdi, in occasione della prima de “Un ballo in maschera” di Giuseppe Verdi. “Approfittiamo dell’evento per farci vedere dai politici che vanno a teatro, quasi a creare un contrasto tra chi può liberamente godersi la prima del Massimo e noi che stiamo perdendo il post di lavoro nel silenzio  assordante delle istituzioni”, dice Francesco Brugnone, rsu della Slc Cgil di Palermo presso il call center 4U.   

“Stiamo chiedendo un tavolo al ministero dello Sviluppo economico - aggiunge Brugnone, di ritorno da un incontro a Roma della delegazione palermitana con i vertici nazionali dei sindacati sulla  vertenza di 4U –. Stiamo  cercando di caprie se esistano i presupposti affinché Wind possa darci qualche margine produttivo in più. I segretari nazionali incontreranno Wind per chiedere un aumento delle ore di traffico per  Palermo sotto forma di postazioni lavoro. Ieri al tavolo in Prefettura la Sisal ha reso noto di non essere disponibile a garantire aumenti del traffico per il calo in atto dei volumi relativi a scommesse e giochi e per il carico fiscale maggiore da parte dello Stato. La nostra situazione è preoccupante. Su 370, oggi ci sono 175 lavoratori in procedura di mobilità ma il pericolo lo corre la stessa azienda, con la minaccia di una liquidazione”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

4U, lavoratori davanti al Massimo: "Per farci vedere dai politici che vanno a teatro"

PalermoToday è in caricamento