Slai Cobas Palermo: "Prima maggio in emergenza, basta non lavoro"

Grave emergenza occupazionale Assistenti igienico-personale in tutta la Sicilia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il Diritto al Lavoro è inalienabile! Basta Precarietà! Basta pagare doppiamente l’emergenza Covid-19! Vogliamo nell’immediato l’applicazione dell’art.48 del DL 18/2020 con la retribuzione al 100%! Dopo più di 20 anni di precarietà vogliamo la stabilizzazione del servizio che espletiamo! Centinaia e centinaia di Assistenti igienico-personale, in Sicilia sono rimasti fuori dai servizi espletati nelle scuole verso gli studenti disabili a causa della sospensione delle lezioni per l'emergenza Covid-19, e sono dal 5 marzo senza stipendio ma anche senza ammortizzatore sociale, vista la vergogna inaudita della Regione Siciliana che ad oggi negli uffici “preposti” ha lavorato pochissime pratiche a fronte di migliaia di richieste all’INPS di cassa integrazione in deroga o FIS per lavoratori e lavoratrici di molteplici settori. Si trovano nella stessa situazione i tanti Assistenti all'autonomia e comunicazione sia che sia stato attivato o no nello specifico per questa categoria l'espletamento del servizio a distanza. Gli Enti Locali devono dare immediata esecuzione all'art 48 del DL 18 del 17 marzo 2020 che li autorizza al pagamento delle somme spettanti per intero per i periodi di sospensione alle Coop Sociali di cui gli Assistenti sono dipendenti, considerato che si tratta di risorse già stanziate in bilancio e non si crea nessuna situazione di danno all'Erario, come vorrebbero far intendere invece i palazzi del potere interessati, mentre il servizio si espleterebbe in forma convertita e per gli Assistenti igienico-personale ci sono le forme per farlo concretamente. Gli Enti Locali (Regione Siciliana, Città Metropolitane, Comuni) devono applicare l’art.48, come misura immediata per far fronte all’emergenza lavorativa degli Assistenti perchè è chiaro che la vera soluzione non può che essere la stabilizzazione del servizio dopo tanti anni di precarietà, invece di volersi tenere solo per ingrassare le loro casse somme che spettano a lavoratrici e lavoratori precari che non devono pagare sulla loro pelle doppiamente l'emergenza Covid-19. La sospensione delle lezioni non è imputabile per nessun motivo a questi lavoratori e lavoratrici, per i quali all'emergenza sanitaria si aggiunge una gravissima emergenza occupazionale che sta colpendo il loro lavoro, unica fonte di reddito, e tutta la loro vita. Dal 4 maggio per il governo nazionale e regionale inizia la fase 2? Bene inizierà anche per noi! Perchè non vogliamo morire di NON LAVORO e di NON SALARIO! Slai Cobas per il sindacato di classe Palermo/Sicilia

Torna su
PalermoToday è in caricamento