Ztl, dimentica il rinnovo del pass: il Giudice di Pace annulla dieci verbali

L'automobilista "smemorato" dovrà pagare solo una multa. Il ricorso presentato dall'Unione dei Consumatori, Arnone: "Speriamo che questo precedente sia di buon auspicio, questa nuova interpretazione ci concede la speranza che giustizia sarà fatta"

Il varco della Ztl in via Roma

Il Giudice di Pace ha annullato 10 verbali ad un automobilista che aveva rinnovato tardivamente il pass della Ztl. Nella sentenza, che arriva dopo il ricorso presentato dall’Unione dei Consumatori, è stato accolto l'orientamento giurisprudenziale di merito in base al quale l'elemento soggettivo della condotta, cioè la colpa, sia stata unica ed integrata dalla circostanza di avere dimenticato il rinnovo del pass scaduto.

Il Giudice ha sanzionato la ricorrente a pagare solo il primo verbale ed ha annullato quelli successivi. "Speriamo che questo precedente sia di buon auspicio per tutti quei cittadini che hanno proposto ricorso e che, fino ad oggi, non sono stati adeguatamente tutelati dall'amministrazione comunale - dichiara Manlio Arnone presidente dell’Unione dei Consumatori -. In un contesto giurisprudenziale che sembrava non lasciare scampo ai tutti i poveri automobilisti multati, questa nuova interpretazione del fenomeno Ztl ci concede la speranza che giustizia sarà fatta. Non posso esimermi dal congratularmi apertamente con il Giudice per l'impegno, la sensibilità e la grande attenzione che ha dimostrato nel valutare il caso sottoposto alla sua attenzione".

Francesco Lo Faso della consulta giuridica di Unione dei Consumatori aggiunge: “Il Giudice di Pace di Palermo con questa sentenza finalmente accoglie le nostre doglianze sulla tristemente nota vicenda Ztl: è stato infatti riconosciuto il diritto dell'automobilista - che ha commesso l'unico errore di dimenticare la data esatta di rinnovo del pass di accesso - di pagare solo la prima multa con l'annullamento di quelle successive, anche elevate in giorni diversi".

L’Unione dei Consumatori, per gli automobilisti che sono incappati in casi analoghi, mette a disposizione il proprio staff di legali, per informazioni è possibile chiamare il numero di telefono: 091-6190601 (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19 e sabato dalle 9 alle 12,30) o inviare una mail all’indirizzo info@unionedeiconsumatori.it.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Tragico incidente in via Roma, scontro auto-moto: un morto

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

  • Sedici anni senza la voce sublime di Giuni Russo, ma a Palermo neanche una via per ricordarla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento