rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Caso Ztl, Figuccia: "Per Orlando i palermitani sono solo dei polli da spennare..."

Il consigliere comunale di Forza Italia in un’interrogazione presentata al sindaco: "Che fine ha fatto il regolamento attuativo per il referendum sulle zone a traffico limitato?"

“Che fine ha fatto il regolamento attuativo per il referendum sulle Ztl? Perché non si vuole dare voce ai palermitani?”. Le domande partono dal consigliere comunale di Forza Italia Angelo Figuccia in un’interrogazione presentata al sindaco Orlando. “Lo scorso 2 febbraio – scrive l’esponente azzurro – il segretario generale del Comune Fabrizio Dall’Acqua, dopo una mia richiesta, ha inviato una nota al dirigente del settore Partecipazione del Comune, con la quale lo sollecitava a redigere il regolamento per l’effettuazione del referendum proposto dal Comitato #NOZTL. Vista l’assoluto silenzio ed immobilismo dei burocrati di Palazzo delle Aquile, insieme con gli esponenti dello stesso Comitato, il 19 febbraio, abbiamo consegnato una bozza già pronta, che doveva essere soltanto letta ed eventualmente rivista prima di essere inviata al Consiglio Comunale per la ratifica. Ebbene, a distanza di un mese, tutto tace, mentre prosegue a spron battuto l’iter per l’istituzione della Ztl.

Poi Figuccia parte con le domande a raffica: "Che fine ha fatto la tanto decantata partecipazione che il sindaco sbandierava ai quattro venti durante la campagna elettorale? Viene utilizzata soltanto per manifestazioni variopinte o per istituire Consulte più o meno inutili come quella delle Culture per poi vantarsene in giro per il mondo? Sembra quasi, invece, che per il sindaco e il suo assessore, i cittadini palermitani siano soltanto polli da spennare per trovare i soldi con cui finanziare un’azienda come l’Amat ormai sull’orlo del fallimento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Ztl, Figuccia: "Per Orlando i palermitani sono solo dei polli da spennare..."

PalermoToday è in caricamento