Cronaca

Ztl, lunghe code e polemiche prima dello "start": "E' una pagliacciata"

Ultime ore prima del via: ressa all'Amat per il rilascio del pass, manifestazione in piazza per ribadire il "no" al provvedimento. Avvocati in prima linea: finirà come nel 2008?

E' ormai agli sgoccioli il conto alla rovescia per le Ztl, che entreranno in vigore giovedì. Le ultime ore prima del debutto sono state segnate dalle polemiche. A un soffio dallo "start" ufficiale, proprio per facilitare la richiesta di informazioni sulla Zona a traffico limitato, l'Amat ha deciso di estendere di un'ora l'orario di servizio del call center. Gli utenti interessati potranno contattare il numero 091.350350 dalle 8,30 alle 18,30, da lunedì a venerdì. Ma i malumori si moltiplicano. Oggi resse infinite all'Amat per il rilascio del pass. Code davanti agli sportelli e disagi (mentre la vendita arranca), con terminali bloccati oltre un'ora.

Intanto il popolo anti-Ztl si ritroverà domani mattina alle 10 in piazza Pretoria per ribadire la necessità di "un'immediata sospensione" di un provvedimento, giudicato "iniquo e dannoso". Manifesteranno tra gli altri anche sigle sindacali, ordini professionali e le associazioni dei consumatori comitati civici della città. In prima linea pure gli avvocati. Si profila un braccio di ferro assai simile a quello del 2008. In quel caso la Ztl restò in vigore solo per due settimane. Poi fu azzerata dal Tar.

Il "rischio" o la "speranza", dipende dai punti di vista, è che l'epilogo della Ztl versione 2016, possa essere una fotocopia a quello di 8 anni prima. E c'è chi, senza usare mezzi termini, parla di "pagliacciata". Vincenzo Figuccia, vice capogruppo di Forza Italia all’Ars, chiede un "referendum per potersi esprimere liberamente su una scelta a dir poco antidemocratica". "L’amministrazione comunale - spiega - non ha alcuna capacità organizzativa e lo dimostrano anche le lunghe file agli sportelli per il rilascio dei pass per accedere a quella, che ad oggi risulta essere la Ztl geograficamente più ampia d’Europa. Non entro poi nel merito della tariffa o della tipologia dei mezzi, coinvolti indiscriminatamente nella tassa voluta dal sindaco Orlando con l’unica finalità di fare cassa. Si accelerino le procedure per portare il regolamento in Aula a Palazzo delle Aquile e si proceda con il referendum per sentire la voce della gente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ztl, lunghe code e polemiche prima dello "start": "E' una pagliacciata"

PalermoToday è in caricamento