Cronaca

Alle 23 scatta l'ora "X", chi potrà entrare e il costo dei pass: tutte le info sulla Ztl di notte

Il Tar respinge una nuova richiesta di sospensione del provvedimento: può debuttare il primo weekend di divieti notturni per le auto in centro. Solo 5 i varchi videosorvegliati, i restanti verranno presidiati dai vigili. Per i trasgressori verbale da 83 euro. Ecco la guida per orientarsi

Ci siamo. Stavolta davvero. Dopo l'ordinanza del Tar che ha dato ragione al Comune- e un tentativo in extremis dei legali di Confcommercio di bloccare il provvedimento con una nuova richiesta di sospensione cautelare (respinta con decreto del presidente Calogero Ferlisi) - è fissata alle 23 di oggi l'ora "X" per la Ztl di notte. Un debutto atteso, dai commercianti e dai residenti. E dal Comune stesso, che dovrà dimostrare l'efficacia dei servizi di mobilità alternativa (bus e taxi a prezzi calmierati), ma anche che la Ztl nottura sia un deterrente contro inquinamento e movida selvaggia.

Dalla 23 di stasera e fino alle 6 del mattino si potrà accedere al centro storico solo dopo aver acquistato un pass da 5 euro. Stesso copione domani. Durante l'orario dei divieti saranno attive cinque telecamere, pronte a stanare le auto che entrano senza permesso. La maggior parte dei varchi però scoperti. Ecco perché la Ztl notturna sarà un test anche per i vigili urbani, che dovranno presidiare i varchi non videosorvegliati, a caccia dei furbetti. Le pattuglie in servizio stasera saranno dotate di tablet per non essere costrette a fermare ogni singola macchina.

Tariffa unica a 2,5 euro nel parcheggio del Tribunale 

Con l'ausilio dei tablet, sarà sufficiente fotografare le targhe per verificare in tempo reale le auto in regola oppure no. Per i trasgressori è previsto un verbale da 83 euro. All'interno del perimetro della Ztl sarà vietato l'ingresso (anche a pagamento) delle auto a benzina euro 0, 1 e 2 e di quelle a diesel fino a euro 3 (tutte classificate come mezzi inquinanti). Residenti, domiciliati e accasermati in possesso di veicoli inquinanti pagheranno rispettivamente 90 euro per il pass annuale, 50 euro per il semestrale, 20 euro per il mensile e 5 euro per il giornaliero.

Chi invece, secondo la classificazione del Comune, ha un mezzo "meno inquinante" - ovvero auto a benzina euro 3 o superiori; diesel euro 4 o superiori - pagherà 80 euro per il pass annuale, 50 euro per il semestrale, 20 euro per il mensile e 5 euro per il giornaliero. Sono esentati dal pagamento del pass velocipedi, ciclomotori e motocicli; mentre i veicoli ibridi, a Gpl, metano ed elettrici pagano un ticket ridotto della metà: 2,50 al giorno. L'abbonamento annuale per questi veicoli è 50 euro, 25 euro il semestrale, 10 euro il mensile.

Per chi deciderà di lasciare l'auto privata a casa, c'è la possibilità - oltre ai bus - di muoversi in taxi. Una delibera di Giunta prevede prezzi popolari per le corse dei taxi condivisi a 2 euro a persona per un minimo di 4 passeggeri (più eventuale maggiorazione notturna di 2,99 euro). Tre i percorsi (di andata e ritorno) individuati: dal parcheggio Basile a piazza Verdi (via Stazione Centrale), dal parcheggio di via Nina Siciliana al Massimo-Politeama, da piazza De Gasperi a piazza Verdi. La chiamata ai taxi dovrà necessariamente passare dalle centrali radiotaxi.

"Il tentativo in extremis di bloccare l'avvio della Ztl notturna da parte dell'avvocato Dagnino - afferma Giusto Catania, assessore alla Mobilità del Comune - è il classico colpo di coda di chi ha esaurito gli argomenti e ricorre alla calunnia. Non possono essere che definite così le sue gravissime parole contro gli uffici comunali, che ha accusato di scorrettezza, abuso e atto "da perseguire in ogni forma consentita".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alle 23 scatta l'ora "X", chi potrà entrare e il costo dei pass: tutte le info sulla Ztl di notte

PalermoToday è in caricamento