Ztl di notte, taxi a 2 euro e controricorso: il Comune punta a ribaltare la decisione del Tar

In vista della Camera di consiglio, Palazzo delle Aquile introduce una misura che agevola i collegamenti coi luoghi della movida: prezzi popolari per le corse dei taxi nelle ore notturne dei weekend. Ufficio legale all'attacco di Confcommercio: "Nessun danno per i negozi"

Dopo aver presentato un dossier con i dati sull'inquinamento (acustico e atmosferico) in centro storico, l'amministrazione comunale si gioca la carta dei taxi a 2 euro nelle ore notturne dei weekend. Una misura a sostegno della Ztl notturna che il Tar ha momentanemante sospeso, accogliendo il ricorso di Confcommercio.

Martedì, giorno in cui è stata fissata la Camera di consiglio, i giudici amministrativi saranno chiamati ad esaminare anche la memoria di 36 pagine presentata dai residenti che invocano l’avvio del provvedimento e il controricorso di 59 pagine del Comune. Un altro atto che punta a ribaltare l'iniziale pronunciamento (non nel merito) del Tar. Si tratta di una delibera di Giunta che prevede prezzi popolari per le corse dei taxi condivisi: un modo per agevolare il collegamento fra determinate zone di snodo e i luoghi della movida.

Tre i percorsi (di andata e ritorno) individuati: dal parcheggio Basile a piazza Verdi (via Stazione Centrale), dal parcheggio di via Nina Siciliana al Massimo-Politeama, da piazza De Gasperi a piazza Verdi. La chiamata ai taxi dovrà necessariamente passare dalle centrali radiotaxi. Il prezzo della corsa sarà di 2 euro a persona per un minimo di 4 passeggeri (più eventuale maggiorazione notturna di 2,99 euro).

L'ufficio legale del Comune, frattanto, ha depositato ieri il controricorso sulla Ztl di notte. Rispetto a quanto asserito da Confcommercio, secondo Palazzo delle Aquile, non ci sarebbe "il danno grave ed irreparabile per le attività economich". Vine infatti spiegato che "gli esercizi economici diurni sono molto più numerosi delle attività notturne. Inoltre, la Ztl diurna ha un durata molto più ampia di quella notturna. Non è poi dimostrato a tutt’oggi - scrivono gli avvocati del Comune - il danno grave ed irreparabile delle attività economiche, anche in considerazione del fatto che le zone della città precluse da tempo al traffico veicolare per tutte le 24 ore hanno visto una crescita esponenziale degli avventori dei locali, unitamente alla nascita di tante nuove attività, della stessa tipologia di quelle esistenti nella zona interessata ai provvedimenti impugnati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La possibilità di fruire dei taxi condivisi, unitamente alla disponibilità delle corse notturne del bus 101, - dicono gli assessori Piampiano e Catania - rappresenta un valido incentivo all'utilizzo del mezzo pubblico, confermando allo stesso tempo l'importanza del servizio di piazza a tariffa fissa. Confidiamo nella possibilità che insieme alla categoria si possano trovare altre forme di sinergia che vanno nella stessa direzione". Secondo il sindaco Leoluca Orlando "si tratta di un provvedimento che, come spesso, avviene unisce la promozione della mobilità condivisa, e quindi più sostenibile, con la promozione di un'economia di servizio. Con questo provvedimento l'amministrazione conferma la fiducia e il proprio sostegno al sistema dei taxi in città, elemento indispensabile perché sempre meno cittadini abusino del mezzo privato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento