Cronaca

Ztl, primo giorno di telecamere: oltre 2.500 ingressi sotto la lente

I transiti totali registrati dalla polizia municipale nel giorno nel debutto sono stati 9.340, di questi 6.686 sono validi. Gli altri invece dovranno essere verificati. Gelarda (M5S): "Grande esperimento del sindaco finalizzato solo a fare cassa, e grancassa"

Debutto soddisfacente per la Zona a traffico limitato, con due ingressi su tre validi. Dopo lunga attesa e tante polemiche ieri sono entrate in funzione le famigerate telecamere di controllo e le auto che hanno oltrepassato i varchi sono state immortalate una ad una. Secondo quanto reso noto dalla polizia municipale gli ingressi o transiti totali nel primo giorno di esercizio sono stati 9.340, di questi 6.686 sono certamente validi. Gli altri 2.654 invece dovranno essere verificati ulteriormente, anche alla luce dei pass giornalieri venduti.

"Quasi 2 mila sanzioni elevate nella prima giornata di attivazione delle videocamere della Ztl a Palermo. Un grande esperimento del sindaco Leoluca Orlando – attacca Igor Gelarda, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle in una nota - finalizzato solo a fare cassa, e grancassa". Anche se in realtà da via Dogali contestano il dato fornito dal consigliere grillino. "Non si tratta - sottolineano dalla polizia municipale - automaticamente di multe, ma di transiti su cui fare accertamenti. Quindi parlare di duemila sanzioni al momento è prematuro".

Igor Gelarda 8-2-2Secondo Gelarda poi la ztl non giova per nulla all'ambiente. "Si tratta di un provvedimento - continua - che non porta nessun miglioramento complessivo alla qualità dell'aria in città, peraltro non esistono centraline di rilevamento dell'inquinamento atmosferico all'interno della Ztl, che non migliora la viabilità, anzi ha portato al collasso del traffico nelle zone limitrofe all’area interdetta, da via Lincoln fino alla zona di piazza Indipendenza e oltre. E ha solo finito di danneggiare certe zone commerciali - aggiunge Gelarda - già svantaggiate per la crisi come la via Roma e il mercato di Ballarò”. 

Ztl, scattano le multe elettroniche: ecco come i vigili controllano le auto

Gelarda indica come, secondo il Movimento 5 Stelle, la Ztl poteva e doveva "essere pensata in chiave produttiva per la città. Basterebbe mettere navette gratuite all'interno dell’area con passaggio garantito al massimo ogni 5 minuti, e non bus che passano ogni tanto. Ma questa amministrazione ha dimostrato solo di amare attività di superficie, come il tram, il Wifi e le telecamere della Ztl. Molti non hanno ancora chiaro come funzioni la Ztl, che ha avuto delle vicende particolarmente travagliate anche da un punto di vista giuridico. Ma ciò che è peggio è che i palermitani non sanno se e quali sono le alternative valide all'uso dell'auto. Non credo sia questo il modo di procedere, ovvero provvedimenti calati dall'alto, assenza di informazione e comunicazione, assenza di un piano alternativo di mobilità. Questo Orlando lo sa fare: tanta confusione e poco altro”..

Intanto nella giornata di oggi (martedì  26 settembre) - sempre secondo i dati forniti dalla polizia municipale - sono stati rilevati 3.938 accessi (dalle 8 alle ore 13) dal sistema di controllo elettronico. 3.009 sono transiti ritenuti validi dal sistema, mentre di 929 si procederà alle consuete verifiche dei pass giornalieri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ztl, primo giorno di telecamere: oltre 2.500 ingressi sotto la lente

PalermoToday è in caricamento