Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Ztl, spiraglio per i trasgressori: verso la revoca delle multe ma "solo per casi specifici"

Il Comune valuterà la possibilità di revoca in autotutela delle sanzioni "per alcune categorie di utenti e per sanzioni specifiche". La decisione dopo un vertice tra il sindaco, l'assessore alla Mobilità, il comandante della polizia municipale e la Sispi

C'è chi è stato multato per avere infranto l'orario di accesso solo per pochi secondi, c'è chi è stato beccato più volte mentre passava al setaccio le strade alla ricerca di un posto auto, ma ci sono anche i disabili, multati anche se sulla carta godono del diritto di circolare liberamente. Sono le tante "vittime" della zona a traffico limitato, che nelle scorse settimane hanno ricevuto le multe. Davanti alle proteste, si è innescato il dibattito sulla soglia di tolleranza da adottare. Dal Comune è stato più volte ribadito il "no" alle sanatorie generalizzate, ma adesso potrebbe aprirsi uno spiraglio. Non per tutti i trasgressori, ma per "specifiche categorie di utenti e per sanzioni specifiche".

Oggi si è infatti tenuto un vertice tra il il sindaco Leoluca Orlando, l'assessore alla Mobilità Iolanda Riolo, il comandante della polizia municipale Gabriele Marchese, l'avvocatura comunale e la Sispi. "Nel corso dell'incontro - si legge in una nota diffusa da Palazzo delle Aquile -  si è deciso che, fermo restando che non si potrà procedere a una sanatoria generalizzata, l'amministrazione valuterà la possibilità di revoca in autotutela per specifiche categorie di utenti e per sanzioni specifiche ove ne ricorrano i presupposti di legge. Resta ovviamente fermo che per le sanzioni già notificate l'amministrazione vaglierà gli eventuali ricorsi tenendo nel dovuto conto tutta la giurisprudenza vigente al fine di non arrecare ingiusto danno ai cittadini".

"Riponiamo fiducia nell'operato dell'amministrazione - commenta Sinistra Comune -. Siamo certi che a breve si troveranno soluzioni in risposta alle questioni sollevate dai cittadini sulle multe. Alcune possibili  iniziative sono state già studiate e discusse in occasione del dibattito in Consiglio comunale: per questa ragione abbiamo formulato la richiesta di un parere all’Avvocatura. Rimaniamo in attesa delle possibili determinazioni degli uffici, sicuri del fatto che, nel pieno rispetto della legge, si possano trovare soluzioni idonee a rispondere alle esigenze sociali dei cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ztl, spiraglio per i trasgressori: verso la revoca delle multe ma "solo per casi specifici"

PalermoToday è in caricamento