Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Zisa

Innamorato della sua dottoressa, la pedina e si apposta sotto casa: arrestato paziente-stalker

Sono intervenuti i poliziotti del commissariato Zisa-Borgo Nuovo. L'uomo, in cura da 4 anni nel centro dove lavora la professionista, ha anche urinato e defecato nell'androne del palazzo delle vittima perchè offeso dal suo rifiuto

Si innamora della dottoressa che lo ha in cura ma sviluppa una vera e propria ossessione che lo porta a pedinarla, dormire sotto la sua abitazione e, come gesto di stizza per i rifiuti ricevuti, a fare pipì e defecare nell'androne del palazzo. Un 65enne è stato arrestato dai poliziotti del commissariato Zisa-Borgo Nuovo, coordinati dai magistrati del dipartimento "Fasce deboli" della Procura, per stalking. All'uomo era già stato notificato un divieto di avvicinamento ma, dopo l'ennesima violazione, sono scattate le manette.

Si tratta, spiegano dalla Questura, "dell’epilogo di una lunga serie di eccessi comportamentali attraverso i quali il palermitano, affetto da diverse patologie croniche e in cura da alcuni anni presso una struttura sanitaria privata ha fatto sì che il rapporto con il suo medico, una donna di 44 anni in servizio presso quella struttura, deviasse dai canoni di un naturale confronto terapeutico per sfociare nell’accanimento di uno stalker sulla sua vittima".

L’uomo, in cura nella struttura dal 2016, ha progressivamente maturato la convinzione che con quel medico amorevole e diligente sarebbe poteva nascere qualcosa di diverso. Idea maturata nonostante non ricevesse alcun input in tal senso. Nel corso dei frequenti incontri settimanali in clinica, dettati da esigenze terapeutiche, il paziente ha intensificato attenzioni e regalìe nei confronti della dottoressa. La donna, quando ha percepito l'equivoco, ha preferito mettere in chiaro che la loro relazione era esclusivamente professionale. In quel momento la speranza ha lasciato il posto alla delusione ed è inziato lo stalking. "L'uomo - spiega la polizia - è riuscito a procurarsi delle immagini private della professionista e le ha archiviate sul suo cellulare, mostrandole ad altro personale sanitario
della clinica. Ha cominciato a seguirla ben oltre gli orari di lavoro, scrutandone i percorsi, l’indirizzo del domicilio e i luoghi maggiormente frequentati. Ha persino pernottato su giacigli di fortuna, nei giardini prospicienti l’abitazione del medico pur di non perderla di vista. Ha spesso presenziato sul marciapiede davanti casa, a tutte le ore del giorno e della notte. Non sono mancati poi gesti connotati da estrema rabbia per il rifiuto subito, che lo hanno portato a deporre urine e feci nei pressi dell’androne condominiale".

Tutti episodi che hanno minato la serenità della donna e ne hanno determinato un cambiamento dello stile e delle abitudini di vita,
convincendola rivolgersi alla polizia. Più volte gli agenti sono stati chiamati dalla vittima e si sono trovati davanti lo stalker, sorpreso mentre si trovava appostato per strada davanti casa.

Nei mesi scorsi era stata notificata allo stalker la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla professionista, che l’uomo però ha puntualmente violato, nel corso dei primi giorni di giugno, facendo per l’ennesima volta capolino sotto la finestra della vittima. Quando gli agenti sono intervenuti, il 65enne ha cercato di allontanarsi ma è stato raggiunto e bloccato. L’autorità giudiziaria ha disposto la custodia cautelare in casa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Innamorato della sua dottoressa, la pedina e si apposta sotto casa: arrestato paziente-stalker

PalermoToday è in caricamento