Accoltella la rivale in amore, tragedia sfiorata alla Zisa

Violenta lite fra tre donne originarie delle isole Mauritius. Una di loro è andata a casa dell'amica dopo aver appreso della sua relazione con il proprio fidanzato ferendola al fianco sinistro

J.B. arrestata per tentato omicidio

Tenta di uccidere la rivale in amore. Accade in via Cassarino, alla Zisa, dove una violenta lite tra immigrate originarie delle isole Mauritius ha rischiato di finire in tragedia. Protagoniste di questa vicenda tre donne e residenti da alcuni anni in città. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri del nucleo radiomobile, J.B. 35 anni, è andata in casa delle due amiche, una 26enne e la zia di quest'ultima, una 43enne, per ottenere un chiarimento circa la presunta relazione tra il suo fidanzato e la giovane.

La discussione è presto degenerata: J.B. ha afferrato un coltello da cucina colpendo con alcuni fendenti la giovane amica, ferita gravemente al fianco sinistro. A farne le spese anche la 43enne intervenuta per difendere la nipote, che è stata colpita più lievemente al volto. Ora la donna deve rispondere di tentato omicidio ed è stata rinchiusa al Pagliarelli.

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a San Lorenzo, donna accusa malore e muore fuori da un locale

  • Era scomparso giovedì, 40enne ritrovato in centro: "Ha già abbracciato le sue bimbe"

  • Papà di tre bimbe sparisce nel nulla, ore di angoscia per i familiari di Alfonso Bagnasco

  • Incidente sulla Palermo-Mazara, tir sbanda e il conducente viene sbalzato sull'asfalto: è grave

  • Produce documenti falsi per percepire il reddito di cittadinanza: denunciato

  • Il duplice omicidio allo Zen, veglia notturna non autorizzata ai Rotoli: familiari allontanati

Torna su
PalermoToday è in caricamento