Zisa, contatore manomesso e luce "gratis" per la taverna: arrestato titolare

I carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi di un palermitano di 72 anni. Il danno all'Enel è di circa ventimila euro

Aveva manomesso il contatore garantendosi per la sua taverna alla Zisa la luce "gratis". Un palermitano di 72 anni, G.G., è stato arrestato dai carabinieri per furto di energia. 

I militari del nucleo radiomobile durante un servizio finalizzato al controllo di attività commerciali, hanno scoperto che l’impianto elettrico de “U Cavadduzzu” "era alimentato abusivamente mediante la manomissione del contatore". I tecnici della società E-distribuzione intervenuti sul posto, hanno accertato stimato un danno per la società di circa 20.000 euro. Dopo la convalida dell’arresto, G.G. è stato rimesso in libertà in attesa del processo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto "U Zu Totò", per 50 anni ha fritto panelle e crocchè accanto alla Fiera

  • Tragedia a San Lorenzo, donna accusa malore e muore fuori da un locale

  • Era scomparso giovedì, 40enne ritrovato in centro: "Ha già abbracciato le sue bimbe"

  • Papà di tre bimbe sparisce nel nulla, ore di angoscia per i familiari di Alfonso Bagnasco

  • Incidente sulla Palermo-Mazara, tir sbanda e il conducente viene sbalzato sull'asfalto: è grave

  • Produce documenti falsi per percepire il reddito di cittadinanza: denunciato

Torna su
PalermoToday è in caricamento