Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca Zisa

Tra i rifiuti anche cavi dell'alta tensione: sequestrato deposito abusivo alla Zisa

L'area si trova in un parcheggio privato. Tra il materiale trovato dai carabinieri decine di metri di cavi, matasse ancora confezionate, parti di condizionatori, auto e mezzi pesanti. Quattro persone sono state denunciate

Parte del materiale sequestrato

Un impianto abusivo di gestione di rifiuti, anche pericolosi, è stato scoperto e sequestrato dai carabinieri del nucleo investigativo di polizia ambientale, agroalimentare e forestale alla Zisa. I militari sono intervenuti con i colleghi dell compagnia di San Lorenzo all’interno di un parcheggio privato. Quattro persone sono state denunciate per gestione illecita di rifiuti, inquinamento ambientale e ricettazione in concorso. Tra il materiale sequestrato, decine di metri di cavi di alta tensione, svariate matasse ancora confezionate, auto e mezzi pesanti.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, i quattro ricevevano "da soggeti terzi rifiuti metallici di dubbia provenienza, preferibilmente cavi in rame il cui valore si attesta intorno ai quattro euro al chilo. Inoltre, l’impianto riceveva metalli provenienti dalla dismissione di Raee, specialmente condizionatori, il cui smontaggio in assenza degli accorgimenti previsti dalla legge, determina l’immissione in atmosfera di gas altamente nocivi. Nell'impianto erano smaltite anche parti di mezzi meccanici. Lo smontaggio determinava lo sversamento degli oli lubrificanti sul terreno che, in alcuni punti, si presentava sprovvisto di pavimentazione con evidenti chiazze nere. Operazione che, ripetuta nel tempo, genera l’inquinamento del suolo e delle falde acquifere". 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra i rifiuti anche cavi dell'alta tensione: sequestrato deposito abusivo alla Zisa

PalermoToday è in caricamento