Zen, in casa nasconde una pistola con silenziatore e proiettili: arrestato

I carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi di un palermitano di 54 anni. L’arma è stata sequestrata e consegnata al Ris di Messina per le analisi balistiche

Le armi e le munizioni sequestrate dai carabinieri

In casa ha una pistola completa di cartucce e silenziatore, ma il "tesoretto" non sfugge ai carabinieri della compagnia San Lorenzo e scatta l'arresto. In manette Salvatore Calamia, palermitano di 54 anni. I militari dell'Arma hanno perquisito la sua casa, in via Agesia di Siracusa allo Zen, trovando una pistola semiautomatica calibro 7.65, in buono stato d’uso, e numerosi proiettili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’arma, con ogni probabilità di provenienza estera, è stata sequestrata e consegnata al Ris di Messina per essere sottoposta ad analisi balistiche per verificare se sia stata utilizzata per commettere reati. Sequestrati anche un caricatore contenente 6 cartucce, 42 proiettili dello stesso calibro e un silenziatore artigianale. Calamia è stato giudicato con il rito direttissimo e gli sono stati concessi gli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Tragedia per una mamma palermitana: bimbo di 10 anni muore incastrato in un cassonetto per indumenti

  • L'incidente di Bonagia, lacrime a "Dallas": morto diciottenne

  • E' subito folla alla Vucciria, Taverna Azzurra quasi come in periodo "pre-Covid"

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

Torna su
PalermoToday è in caricamento