Vetri in frantumi, armadi rotti e materiale distrutto: allo Zen scuola Sciascia "chiusa per vandali"

Ignoti si sono introdotti nei locali di via Smith distruggendo parte degli arredi e del materiale didattico della scuola dell'infanzia. Lezioni sospese

Uno degli armadi danneggiati

Una vetrata in frantumi, armadi divelti, cartelloni strappati, matite distrutte e perfino il pesce rosso gettato in giardino. E' l'amara sopresa trovata stamani dal personale dell'istituto comprensivo Sciascia, allo Zen, nella scuola dell'infanzia. Ignoti si sono introdotti nei locali di via Smith distruggendo parte degli arredi e del materiale didattico. La direzione ha dovuto comunicare lo stop delle lezioni, che riprenderanno il 18 marzo.

"Qualcuno - spiegano dalla scuola - stanotte ha pensato di dare sfogo alla propria rabbia distruggendo il luogo in cui i nostri bimbi più piccoli giocano, imparano e stanno insieme, accuditi dalle maestre. Domani i nostri cuccioli non troveranno più sulle pareti i tanti cartelloni e gli striscioni di benvenuto, i palloncini, le matite colorate, i colori a tempera, i giochi. Tutto distrutto! Non troveranno più neanche il loro piccolo amico 'il pesciolino rosso', perchè è stata svuotata l'acqua in cui viveva e buttato in giardino".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Solidarietà viene espressa dalla Flc Cgil Palermo e dalla Cgil Palermo al dirigente Giuseppe Granozzi e a tutto il personale. “Sono episodi purtroppo che si ripetono nel nostro territorio creando disturbo al normale svolgimento delle attività didattiche – dicono Franca Giannola, segretario generale Flc Cgil Palermo e Alessia Gatto, segretario Cgil Palermo - Le scuole rappresentano un presidio fondamentale di legalità e di crescita educativa, culturale e sociale per le giovani generazioni e questi episodi rappresentano un segnale del malessere della nostra società e della lunga strada ancora da fare per l'acquisizione del senso civico e della responsabilità di tutti nel rispetto  dei servizi pubblici. Va tutelato il lavoro di quanti operano con grande dedizione in questo campo, affrontando le mille difficoltà di un sistema che avrebbe bisogno di maggiori risorse economiche e professionali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • Le mosse anti Covid di Orlando: nessun coprifuoco ma divieto di sostare in strada

  • Piazza di Mondello, chiuso ristorante: "Bagno senza sapone e lavoratori in nero"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento