menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tre settimane per fare "rinascere" lo Zen: si parte da illuminazione e rifiuti

L'amministrazione comunale ha predisposto un preciso cronoprogramma di interventi che riguardano le zone verdi, l'illuminazione pubblica, la manutenzione della segnaletica stradale, la pulizia delle scuole

Tre settimane per dare un nuovo volto al quartiere di San Filippo Neri, meglio noto come Zen. L'amministrazione comunale ha predisposto un preciso cronoprogramma, che vede la partecipazione di tutte le società partecipate per intervenire su più fronti: dalla rimozione dei rifiuti al ripristino dell'illuminazione pubblica, passando per la riqualificazione di precise aree.

"Palermo è lo Zen e lo Zen è Palermo - sottolinea il sindaco Leoluca Orlando -. La prossima settimana daremo il via all'operazione di rigenerazione della Zone Espansione Nord di Palermo e non appena finito ci occuperemo di tutta la costa di Palermo. A giugno, inizio della stagione estiva, avremo recuperato e rigenerato da Sferracavallo ad Acqua dei Corsari".

"Il piano - spiegano da Palazzo delle Aquile - ha l'obiettivo di migliorare la sicurezza e il decoro del quartiere attraverso interventi di manutenzione delle aree verdi, degli impianti di illuminazione pubblica, dei marciapiedi, della segnaletica stradale. E ancora pulizia delle caditoie, rimozione dei rifiuti, focus sulle scuole con interventi di pulizia e manutenzione e realizzazione di progetti di riqualificazione".

Nei giorni scorsi è stato effettuato un censimento delle aree dove intervenire. Sono state individuati: 11 siti con verde costituito da aiuole con un area totale di 68.936 metri quadrati: 6 siti con verde costituito da aiuole spartitraffico per una lunghezza totale di 5,300 chilometri; 4 rotatorie con aiuole; 3 villette; 5 plessi scolastici con aree verde per una superficie totale di 16.162 metri quadrati: 2 impianti sportivi con aree verde per una superficie totale di 44.771 metri quadrati.

I lavori saranno effettuati in tre fasi, ognuna delle quali avrà una durata di una settimana. La prima fase interesserà il velodromo e aree adiacenti. Sulla rotatoria, i lavori di manutenzione del verde sono stati effettuati nelle scorse settimane, per cui in quest’area si procederà principalmente alla rimozione dei rifiuti.

La fase due interesserà le scuole e le villette. La fase tre interesserà via Lanza di Scalea. Qui è previsto un intervento di scerbatura e sagomatura degli oleandri per conformarli a siepe, oltre a un intervento di piantumazione di piante grasse a bassa manutenzione e a un intervento di sistemazione dei dissuasori e della segnaletica stradale. In via Sandro Pertini è prevista l’eliminazione del verde anomalo, mentre su piazza Bolivar, sono previsti interventi di sistemazione dell’impianto di irrigazione del prato e rasatura del manto erboso. Il personale del settore Verde interverrà in piazza Bolivar, alla rotatoria del Velodromo e nel parcheggio, in via Lanza di Scalea, in piazza Gino Zappa e piazza Fausto Coppi. Inoltre verranno svolte attività di piantumazione negli spartitraffico di via Lanza di Scalea, nel parcheggio del Velodromo e nello spartitraffico da piazza Bolivar al Conca d’Oro.

L'intervento di Amg Energia si svolgerà in tre fasi, impiegando una squadra formata da quattro tecnici e un coordinatore con il supporto di due mezzi dotati di braccio e cestello mobile. La prima riguarderà il ripristino dei 15 punti luce di via Fausto Coppi dopo il furto dei cavi di rame e la manutenzione dell’illuminazione di villetta Gino Zappa. La seconda fase prevederà l’intervento dei tecnici in via Pensabene, anche in questo caso interessata da un furto di rame, per la dismissione di apparecchiature vandalizzate e la collocazione di nuovo cavo e riaccensione di 20 punti luce. L’ultima fase riguarderà il ripristino complessivo dell’impianto in via Sandro Pertini e via Cesare Brandi con la sostituzione dei trasformatori e la posa di nuovo cavo nei tratti interessati da furti di rame: verranno riaccesi circa 250 punti luce.

In campo anche il personale di Amat per la manutenzione stradale, interventi che saranno svolti in via Lanza di Scalea, via Guttuso, via Sandro Pertini, via Brondi. Il personale lavorerà in sinergia con quello di Reset per la pulizia dei margini della strada con l'assistenza delle pattuglie della polizia municipale. Prevista anche la collocazione della segnaletica stradale verticale e orizzontale. Le prime saranno installate in via G. Zappa, via T. Benelli, via M.
Alajmo, via Paavo Nurmi, via R. Marciano, via Santa Bart. Capitanio, via N. Nadi, via N. Carosio, via L. Pisano e via S. Pertini. Le seconde in via G. Zappa, via T. Benelli, via M. Alajmo, via Paavo Nurmi, via R. Marciano, via Ascari, via Pensabene, via Guerra, via Santa Bart. Capitanio, via N. Nadi, via N. Carosio, via L. Pisano e via S. Pertini

Per quanto riguarda l'intervento della Rap, si prevede l'eliminazione dei rifiuti ingombranti e la sostituzione de cassonetti. In particolare, la Rap la stessa metterà in campo 14 operatori con un coordinatore e 9 mezzi.  Le attività partiranno dallo Zen 2 (via Rocky Marciano) e dal Velodromo con attività di diserbo e spazzamento da una parte, e ritiro ingombranti abbandonati su strada dall’altra. Un’altra squadra, contestualmente, avvierà la fase di
caratterizzazione dei rifiuti speciali  presenti quali gli sfabricidi prima dello smaltimento degli stessi ( vedi via Fausto Coppi, via Sandro Pertini, via Patti, via Rocky Marciano). Oltre agli interventi di Igiene Ambientale, la Rap posizionerà altri 24 cassonetti da 1700 litri che si sommano ai 176 già presenti allo Zen nonché 12 cestini in calcestruzzo.

Il Piano, prevede naturalmente anche la pulizia delle caditoie di cui si occuperà il personale di Amap. I lavori nelle strade dello Zen, sarà svolto nelle tre settimane di intervento dal 18 aprile al 6 maggio. Le caditoie sono 1847, 838 nelle strade del quartiere Zen 1 e 709 nel quartiere Zen 2. L’intervento sarà coordinato dal personale tecnico di Amap e prevede l’impiego di 6 squadre di operatori e di mezzi con casse stagne per il trasporto dei rifiuti derivanti dalla pulizia delle caditoie. In sinergia con le maestranze di Reset e Rap si provvederà anche alla manutenzione dei marciapiedi.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento