Cronaca Zen / Via Girardengo

Zen, c'è un grande prato verde dove nascono soltanto i topi

Nel quadrilatero compreso tra le vie Girardengo, Guerra, Ascari e Pensabene quello che doveva essere il Giardino della Concordia si è trasformato in una discarica dove proliferano i ratti. Vani gli interventi dell'Amia

Discarica allo Zen

C'è un grande prato verde dove nascono topi. Storpiando Gianni Morandi si atterra direttamente allo Zen, nel quadrilatero compreso tra le vie Girardengo, Guerra, Ascari e Marchese Pensabene. E' un'esagerazione chiamare prato quel grande sterrato coperto da vegetazione spontanea e rifiuti di qualsiasi genere. Non è un'esagerazione dire che lì nascono i topi.Gianni Dragna-2

L'SOS DEI RESIDENTI. Proprio quest'area dovrebbe prima o poi diventare il Giardino della Civiltà, un piccolo parco per le famiglie e i loro bambini. "Ma è da anni che se ne parla - spiega un residente, Gianni Dragna (nella prima foto a destra) - e non si è mai mossa foglia". Le foglie, in realtà, si muovono ma solo quando i ratti tirano fuori la testa dalle tane. "Non ne possiamo più - attacca Francesco Mirrione (seconda foto a destra) - i bambini del quartiere meriterebbero una villa per giocare, ma abbiamo paura a farli uscire di casa perché dovrebbero divertirsi in mezzo a una discarica". Ci sono carcasse di moto, vecchi elettrodomestici, perfino qualche barca parcheggiata lì. "Non ne possiamo più - grida Francesco Casisa (nella foto a sinistra), attore con lo Zen nel cuore, che ha recitato nella fiction "Il capo dei capi" e nel film "Nuovomondo" diretto da Emanuele Crialese -. I politici vengono qui solo per fare promesse, poi ci dimenticano. Siamo stanchi, bisogna fare qualcosa di concreto per il quartiere".

LE DERATTIZZAZIONI E I PROGETTI. Qualcosa si fa, ma sembra del tutto inutile. L'Amia per esempio bonifica periodicamente quello spazio devastato dai rifiuti e dai topi. "Mercoledì scorso abbiamo effettuato una derattizzazione - spiegano dall'azienda per l'igiene ambientale - e torneremo il 6 e il 7 febbraio". I ratti però resistono o forse muoiono ma non tutti. "Servirebbe un cambiamento radicale - dice ancora Dragna - noi vogliamo la villa qui". E a quanto pare qualcosa potrebbe muoversi nelle prossime settimane. Secondo Michele Pergolizzi, assessore alle Manutenzioni uscente dopo le dimissioni del sindaco Cammarata "a breve dovrebbero essere aperti due cantieri per realizzare spazi verdi allo Zen, tra cui quello per il Giardino della Concordia".

Francesco Casisa-2Francesco Mirrione-2

 

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zen, c'è un grande prato verde dove nascono soltanto i topi

PalermoToday è in caricamento