Cronaca Zen / Via Fausto Coppi

La polizia "assedia" lo Zen: perquisizioni casa per casa, 6 denunciati

Blitz nei padiglioni da via Fausto Coppi a via Rocky Marciano. Sequestrati oggetti rubati, munizioni e droga. Chiuso anche un centro scommesse abusivo. Al termine dei controlli 7 locali risultati occupati abusivamente sono stati riaffidati all’Iacp

La polizia "espugna" lo Zen, effettua una valanga di perquisizioni casa per casa e alla fine denuncia 6 persone. Sequestrati oggetti rubati, munizioni e droga. Chiuso anche un centro scommesse abusivo. A mettere a segno l'imponente servizio di controllo nel quartiere sono stati gli agenti del commissariato San Lorenzo e del reparto prevenzione crimine.

"In un locale occupato abusivamente da un palermitano di 65 anni (G.N. le iniziali) gli agenti - dicono dalla questura - hanno trovato numerosi componenti di moto di dubbia provenienza, un motore fuoribordo per imbarcazione e una pistola giocattolo priva del previsto tappo rosso. I locali erano inoltre alimentati attraverso un allaccio abusivo alla rete elettrica". L’uomo è stato denunciato "per ricettazione, invasione di edifici e per furto di energia elettrica".

Altre due persone, un 72enne (I.D.A) e un 31enne (R.D.A.R.) sono state denunciate per furto di energia elettrica ed invasione di edifici "perché - aggiungono dalla questura - occupavano abusivamente alcuni magazzini, dove avevano anche creato allacci illegali alla rete elettrica pubblica. In via Fausto Coppi, invece, un palermitano di 43 anni (A.R.) è stato sorpreso con addosso 10 stecchette di hashish e 6 bustine di marijuana".

In via Rocky Marciano all’interno di un altro magazzino disabitato sono state rinvenute 27 cartucce, un percussore per pistola, 152 confezioni di maijuana e un chilo di hashish suddiviso in panetti, oltre a materiale per il suo confezionamento. Sempre in via Marciano gli agenti hanno individuato e sottoposto a sequestro un locale adibito a centro scommesse clandestino. Nello stesso contesto sono stati sequestrati due televisori e otto computer utilizzati per la raccolta delle scommesse, oltre a 520 euro, somma ritenuta provento dell’illecita attività. I due gestori palermitani, (F.G. di 28 anni ed M.C. di 19) sono stati quindi denunciati per i reati di esercizio abusivo di giochi e scommesse, furto di energia elettrica e ricettazione.

Al termine dei controlli sette locali per spazi tecnici, risultati occupati abusivamente, sono stati riaffidati all’Iacp. Numerose anche le violazioni al codice della strada rilevate con sanzioni complessive che ammontano a circa mille euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La polizia "assedia" lo Zen: perquisizioni casa per casa, 6 denunciati

PalermoToday è in caricamento