Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

La tecnologia contro la paura: autobus tracciati in tempo reale allo Zen

A distanza di due settimane dal colpo di carabina sparato contro il bus 619, l'Amat ha deciso di inserire la linea su Moovit. Il presidente Gristina: "Nessun passo indietro, non abbandoneremo il territorio"

Via Learco Guerra, la strada in cui si è verificato l'episodio criminale

Gli autobus della linea 619, quella che percorre la tratta che va dallo stadio allo Zen, saranno inseriti prossimamente nel circuito real time di Moovit, l’app in grado di fornire i tempi di attesa alle fermate. Nessun passo indietro quindi da parte di Amat dopo i fatti accaduti due settimane fa quando un mezzo è stato colpito da un proiettile, mentre si trovava in via Learco Guerra. Da allora gli autisti hanno chiesto all'azienda di cambiare il percorso della linea proprio per non entrare all'interno del quartiere.

“Non faremo nessun passo indietro dal rione San Filippo Neri, anzi, rilanciamo con i servizi - afferma Antonio Gristina, presidente dell’Amat - La sicurezza della cittadinanza e degli operatori addetti alla guida non può che essere affidata, con fiducia, alle forze dell’ordine e a coloro che, con adeguata professionalità e specializzazione, sanno mettere in opera le misure più adeguate per debellare fenomeni di micro criminalità - conclude Gristina -. Di contro, condanniamo con fermezza tutte le iniziative fuori dal controllo delle forze dell’ordine, che abbiamo già segnalato agli organi competenti, nella certezza che saranno perseguite e debellate”. Il riferimento è alla ronda organizzata dai militanti di Forza Nuova, poi "ricalcata" dagli attivisti di Potere al popolo.

"Ringrazio l'Amat  - dichiara il sindaco Leoluca Orlando - per questo segnale di attenzione e presenza sul territorio. Un piccolo passo avanti, possibile anche grazie alla collaborazione avviata con Moovit, che conferma l'importanza di mettere le nuove tecnologie a servizio dei cittadini facilitando la fruizione e l'accesso ai servizi pubblici". 

"L’Amat - fanno sapere dai loro uffici - sceglie la tecnologia per fornire un servizio innovativo ai residenti del rione, un modo per sottolineare la ferma volontà dell’azienda di non abbandonare il territorio e i cittadini del quartiere, con riguardo all'ottimizzazione del servizio (contenendo al massimo i possibili disagi tecnici che determinano ritardi sulla linea) e sulla collaborazione con le forze dell’ordine e con la prefettura per ciò che riguarda la sicurezza pubblica".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La tecnologia contro la paura: autobus tracciati in tempo reale allo Zen

PalermoToday è in caricamento