Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Piazza Vucciria

Vucciria, visita a sorpresa all'alba: multe e sequestri agli abusivi

Blitz all'alba di polizia e vigili che hanno setacciato ogni angolo del quartiere, da piazza Caracciolo a piazza Garraffello. Effettuati sequestri di attrezzature e cibo nei confronti dei venditori ambulanti

E alla fine dopo piazza Magione ecco i controlli a tappeto anche alla Vucciria. Blitz all'alba di polizia e vigili che questa mattina si sono presentati alle 6 per setacciare l'area. Una visita inaspettata. Realizzati sequestri di attrezzature e cibo nei confronti dei venditori ambulanti. Controllato ogni angolo della Vucciria, da piazza Caracciolo a piazza Garraffello. Numerosi i sequestri amministrativi al termine delle verifiche degli esercizi commerciali.

Nel mirino gli ambulanti che abusivamente avevano occupato alcune aree pubbliche con banconi frigo, tavoli, ripiani, griglie, barbecue e prodotti ortofrutticoli. Inoltre, sono stati rimossi per la confisca e la distruzione cinque banchi frigo, tre teloni, un bancone bar, un ombrellone, sei cassette di plastica, una scaffalatura in legno, otto tavolini di plastica e ferro, numerose griglie. Sequestrati anche 350 chili di prodotti ortofrutticoli che sono stati devoluti ad associazioni onlus di assistenza agli indigenti.

Nel bilancio anche le denunce i titolari di un ristorante alla Kala per occupazione abusiva di suolo pubblico. I titolari di quest’ultimo sono stati denunciati per l’occupazione abusiva di suolo pubblico in eccedenza ai metri quadri autorizzati ed è stata elevata una sanzione di 168 euro. Inoltre, sono state sottoposte a sequestro preventivo le pedane che occupavano gli spazi. In totale sono state elevate sanzioni per 500 euro. Controllati anche due chioschi. Alla Vucciria sono stati rimossi i rifiuti abbandonati con l’aiuto di operatori della Rap in piazza Garraffello, via Cassari e piazza Caracciolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vucciria, visita a sorpresa all'alba: multe e sequestri agli abusivi

PalermoToday è in caricamento