Folle notte alla Vucciria, medico preso a pugni: "Amo la mia Palermo ma forse andrò via..."

Vittima dell'aggressione un 29enne che lavora all'ospedale Cervello. Stava passeggiando con la fidanzata quando è stato aggredito. Presentata denuncia alla polizia. L'amaro sfogo: "Siete riusciti a togliermi la voglia di sognare, di sorridere"

Aggredito senza un perchè, durante quella che doveva essere una serata come tante: una passeggiata alla Vucciria in città con la fidanzata, qualcosa da bere. E invece le cose hanno preso una piega diversa, molto. E' quanto capitato venerdì notte a Rosario Iacobucci, 29 anni, medico dell’ospedale Cervello. Era con la fidanzata in via Maccheronai, tra piazza Caracciolo e piazza San Domenico, quando è stato colpito con un pugno in pieno viso da uno sconosciuto che si è subito dileguato.

iacobucci-3Iacobucci ha raggiunto il pronto soccorso. Ha riportato una ferita al labbro, rimarginata con cinque punti di sutura. Ha anche presentato denuncia alla polizia. Una delle ipotesi è che sia rimasto vittima del knockout game: fenomeno nato negli Stati Uniti che consiste nel centrare con un solo pugno uno sconosciuto per strada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Io - si sfoga il medico su Facebook - sono uno di quelli che 'ma a me ste cose non succederanno mai'. Io sono quello che 'si, vabbè, ma vuoi mettere passeggiare in via Maqueda? Chi se ne frega se non è la città perfetta, è la mia città'. Io sono, e sono sempre stato, un sognatore che ama la sua città, la gente che ci vive ed il profumo di Street food che senti ad ogni angolo. Stanotte siete riusciti a togliermi la voglia di sognare, di sorridere. Io volevo soltanto restare a casa mia, prendermi cura di voi ed essere il vostro medico di famiglia, ma uno di famiglia non si aggredisce alle spalle. Io ci ho provato, ce l'ho messa tutta, ma oggi non sorrido... oggi per la prima volta ho pensato: 'forse andrò via da qui'".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Palermo, ragazza di 27 anni muore dopo avere mangiato gamberi

  • Coronavirus a Palermo, positive due commesse di un negozio

  • "Non ce n'è Coviddi!": ecco il videogioco per salvare Mondello dal virus

  • Tony Sperandeo: "Bestemmio ma vado in chiesa, ho superato la mia disgrazia"

  • Droga, furti ed estorsioni col benestare dei boss: due gruppi si dividevano la città, 20 arresti

  • Aveva un tumore al fegato, donna salvata da un intervento all'Ismett

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento