Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Posteggio abusivo come il pizzo: cinquemila volanti per sensibilizzare

"Buongiorno Palermo, Arruspigghiati! Se paghi il posteggiatore abusivo per paura, paghi il pizzo". Ecco l’ultima iniziativa lanciata dal gruppo Facebook "Posteggiamo i posteggiatori". Il gruppo è nato circa 8 mesi fa

Il logo del gruppo Facebook Posteggiamo i posteggiatori

"Buongiorno Palermo, Arruspigghiati! Se paghi il posteggiatore abusivo per paura, paghi il pizzo". Cinquemila volantini come questo sono stati appesi ai cruscotti delle auto di altrettanti residenti della città questa mattina. Si tratta di una iniziativa lanciata dal gruppo Facebook "Posteggiamo i posteggiatori". Il gruppo è nato circa 8 mesi fa, da un’idea di alcuni giovani palermitani che hanno deciso di combattere quella considerata ormai da tutti una vera piaga per la città. Insieme a loro l'associazione Palermo Indignata.

I volantini sono anche stati lasciati in negozi e portoni in un'area compresa tra piazza Croci e la stazione centrale, incluse le piazze S.Oliva, San Domenico, San Francesco di Paola, Sant'Anna e via Bara all'Olivella.

“L’iniziativa – ha spiegato Tano Crivello, uno degli amministratori del gruppo Posteggiamo i posteggiatori – è andata molto bene. Dalla mezzanotte fino alle quattro del mattino abbiamo distribuito cinquemila volantini per sensibilizzare i palermitani a non pagare il posteggio abusivo. Per noi è un vero e proprio racket”. “Unico modo per debellare questo fenomeno – prosegue Crivello – è non pagare, le forze dell’ordine posso fare poco, una multa, o in caso di denuncia, una notte in carcere e poi sono di nuovo in strada”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Posteggio abusivo come il pizzo: cinquemila volanti per sensibilizzare

PalermoToday è in caricamento