menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Obbligò la fidanzata incinta a prostituirsi", condanna confermata per ex calciatore

Il giocatore deve scontare sei anni e otto mesi. I fatti risalgono al 2013. La vittima sarebbe stata costretta a incontrare sino a 20 uomini al giorno in appartamenti sparsi tra Addaura e Partanna-Mondello, ma anche in Svizzera e a Milazzo

I giudici della corte di appello hanno confermato la condanna a sei anni e otto mesi per F.L., ex giocatore di calcio accusato di avere fatto prostituire la giovane compagna anche quando era incinta e di averla costretta a rapporti di gruppo, di averla violentata e perseguitata.

La storia tra i due è cominciata nell'estate del 2013 e, dopo il primo idillio e le promesse d'amore, si è trasformata in un incubo. Solo dopo tempo la ragazza ha trovato il coraggio di denunciare quando stava accadendo. Fondamentale l'intervento della madre e della zia, avvisate da parenti e conoscenti anche in forma anonima attraverso Facebook. La vittima sarebbe stata costretta a incontrare sino a 20 uomini al giorno in appartamenti sparsi tra Addaura, Partanna-Mondello, ma anche in Svizzera e a Milazzo. Dopo aver tentato il suicidio due volte, la giovane ha iniziato un percorso con un psicologa per riuscire a superare il trauma. La donna e la madre erano assistite dagli avvocati Valentina Clementi e Antonino Palazzotto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento