Medico arrestato per molestie su una paziente, l'Asp: "Sospeso dopo la denuncia"

L'episodio a Villa delle Ginestre lo scorso febbraio. Secondo le accuse a palpeggiare una donna paraplegica sarebbe stato un cardiologo di 63 anni, Pietro Barranca. Dall'azienda sanitaria: "Dopo l'accaduto è scesa in campo un'equipe di psicologi e assistenti sociali"

L'ingresso di Villa delle Ginestre, in via Castellana

Dopo la denuncia presentata dalla paziente vittima delle presunte molestie sessuali, il medico accusato è stato allontanato da Villa delle Ginestre. Lo fa sapere l’Asp, l’azienda sanitaria provinciale che gestisce la struttura di via Castellana, che nei confronti del cardiologo Pietro Barranca, 63enne nato a Partinico, ha attivato un procedimento disciplinare tuttora in corso. L'uomo è stato arrestato questa mattina dalla Squadra Mobile e messo ai domiciliari.

Rispetto a quanto comunicato dalla Questura, nelle ultime ore sono emersi altri particolari sulla vicenda. Le indagini sono scattate lo scorso febbraio. La donna, paraplegica, era in cura proprio nella struttura di alta specializzazione di Borgo Nuovo dove era stata già sottoposta ad alcune terapie specifiche. Una sera, dopo aver accusato un malore, è andata a Villa delle Ginestre dove il suo destino si è incrociato con quello del cardiologo. Al termine dei primi accertamenti è stato disposto il suo ricovero.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti la violenza si sarebbe consumata la mattina seguente. Durante una visita di controllo il cardiologo avrebbe palpeggiato la donna nelle parti intime. E lei, senza pensarci due volte, avrebbe deciso di raccontare tutto prima al personale in servizio a Villa delle Ginestre che ha avviato un'indagine interna e poi all'autorità giudiziaria.

"In ospedale - spiegano dall'Asp - c’è stato un immediato e articolato intervento da parte di un’equipe costituita da psicologi e assistenti sociali. A seguito dell’applicazione della misura cautelare da parte dell’autorità giudiziaria l’Asp ha sospeso il sanitario dal servizio". Sulla scorta delle indagini della polizia, delle dichiarazioni della presunta vittima e di quelle rese da altre persone informate sui fatti, il pm ha chiesto e ottenuto la custodia cautelare.

Stando a quanto raccolto dagli investigatori guidati dalla dirigente della sezione Reati sessuali e in danno di minori della Squadra Mobile, Rosaria Maida, "lo stesso medico - scrivono dalla Questura - aveva fatto oggetto di molestie sessuali due donne che, con qualifiche diverse, avevano lavorato in quella struttura, ma che per quei fatti non avevano mai presentato querela".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento