Cronaca Calatafimi

"Adescava minorenni su Facebook e ne abusava", novizio condannato anche in appello

Confermata la sentenza di primo grado: Giusto Francesco Palazzotto, dell'Ordine dei Cusmaniani, deve scontare tre anni e mezzo. Arrestato nel settembre 2016, è stato incastrato dalle tracce nei pc e dalle testimonianze delle vittime

Confermata anche in appello la condanna per Giuseppe Francesco Palazzotto, ex novizio ed ex studente di teologia riconosciuto colpevole di abusi sessuali su alcuni ragazzini che frequentavano la parrocchia del Cuore eucaristico di Gesù, in cui stava facendo il suo percorso di fede. Arrestato nel 2016 e condannato in primo grado a 3 anni e mezzo, la pena è stata confermata ora in corte d'appello. 

Il novizio – in base alla ricostruzione della Procura – avrebbe intrattenuto rapporti con diversi ragazzini che avrebbe conosciuto in parrocchia e tutti di età inferiore ai 16 anni, attraverso la chat di Facebook. A uno di loro avrebbe toccato le parti intime nei locali attinenti alla chiesa di corso Calatafimi. Un altro giovane sarebbe stato invitato da Palazzotto a raggiungerlo nella sua stanza da letto per avere rapporti sessuali, ma il ragazzino avrebbe rifiutato la proposta. Ad altri adolescenti, contattati sempre attraverso i social, l’indagato avrebbe regalato delle ricariche telefoniche in cambio di fotografie delle loro parti intime. A incastrarlo sono state sia le tracce informatiche lasciate nelle chat e nella memoria del computer, ma anche le testimonianze delle vittime.

Palazzotto si è sempre difeso, ammettendo di conoscere i ragazzi ma negando di avere avuto con loro rapporti sessuali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Adescava minorenni su Facebook e ne abusava", novizio condannato anche in appello

PalermoToday è in caricamento