Bengalesi fermati per violenza sessuale, Salvini: "Subito legge per la castrazione chimica"

Il ministro dell'Interno e vicepremier commenta su Twitter quanto accaduto in centro storico a Palermo una settimana fa dove una studentessa è stata pedinata e aggredita. Nei cellulari, sequestrati ai due giovani, gli inquirenti hanno trovato i video dello stupro

"Schifosi. La Legge che introduce la castrazione chimica per pedofili e stupratori deve essere discussa e approvata. Punto". Lo scrive su Twitter il ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini commentando l'articolo di PalermoToday che riporta quanto accaduto a una studentessa in centro, a Palermo, lo scorso 4 luglio: la ragazza è stata prima pedinata e poi violentata da due giovani sotto casa.

Ieri la polizia ha fermato due cittadini bengalesi. di 21 anni e di 19 anni. Nei loro cellulari, sequestrati insieme ai vestiti che indossavano, gli inquirenti hanno trovato i video dello stupro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Studentessa violentata sotto casa: fermati due bengalesi

Studentessa violentata sotto casa, telecamera riprende i due aggressori | VIDEO

matteo salvini tweet-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

Torna su
PalermoToday è in caricamento