Nelle ville sì ma solo coi bambini, porte chiuse ai runner o a chi vuole allenarsi

Da lunedì il Comune aprirà i cancelli delle aree verdi, per fasce orarie e su prenotazione, ma non potrà accedere chi è senza bambini al seguito. L'assessore Petralia: "Stiamo prevedendo una differenziazione tra sportivi e famiglie"

La fontana di Villa Trabia, una delle ville che lunedì riapriranno

Ville e giardini comunali off limits per i runner o per chi semplicemente vuole allenarsi. Il 4 maggio riaprono su prenotazione il giardino Inglese, villa Trabia, villa del Carabiniere, villa Niscemi, villa Cellini, il giardino limitrofo al centro diurno Borgo Nuovo, giardini della Zisa, il giardino Pitrè, villa Bennici, villa Garibaldi, villa Giulia, il roseto di viale Campania. Queste aree - Parco Uditore in piazzale Einstein sarà invece aperto al pubblico dal 18 maggio prossimo - saranno riservate esclusivamente ad adulti con bambini (o adolescenti fino a 16 anni) al seguito. 

Il link per prenotarsi

Questa la decisione dell'amministrazione comunale, che presto indicherà agli sportivi i luoghi più idonei in cui poter correre. Non di certo in queste ville, dove è stato previsto il "numero chiuso" per garantire il distanziamento sociale: circa 6 mila ingressi al giorno, solo su prenotzione. Il Dpcm firmato dal premier Conte dà il via libera all'attività sportiva individuale anche per gli amatori. E in ossequio al decreto del presidente del Consiglio, il Comune sta lavorando per "coiniugare le esigenze degli sportivi con quelle di bambini e famiglie". A dirlo è Paolo Petralia, assessore comunale allo Sport, che proprio oggi avrà una riunione in video conferenza con alcune società sportive.

Da lunedì ville aperte: si entra su prenotazione

L'idea è quella di riservare ai runner le aree storicamente confacenti alle attività sportive, come ad esempio la Favorita e il Foro Italico. "C'è in atto un tavolo con l'assessore al Verde Marino - spiega Petralia - per fare ogni opportuna valutazione al fine di garantire a tutti la possibilità di fare sport e svagarsi. C'è una questione legata alla salute: l'attività sportiva è fondamentale, soprattutto per i bambini. Lo è anche per gli sportivi. Non dobbiamo però dimenticare che siamo pur sempre in una situazione di epidemia e dobbiamo gestirla bene. Il rischio è tornare alla fase 1, se non vengono contingentati gli assembramenti. Ecco perché stiamo prevedendo una differenziazione tra sportivi e famiglie con bambini. Sabato prenderemo una decisione".

Secondo Damiano Vento, presidente dell'associazione sportiva Good Race, i runner non sono penalizzati da questa decisione del Comune perchè "chi corre - spiega Vento a PalermoToday - di solito non va nelle ville, ma preferisce spazi più ampi. Un disagio invece potrebbe esserci per chi non vuole fare chilometri ma semplicemente allenarsi al verde magari stendendosi su un tappetino o semplicemente fare stretching o esercizi".

Per quanto riguarda le ville e i giardini comunali entro il prossimo lunedì sarà attivato sul sito istituzionale un sistema di prenotazione che permetterà alle famiglie con bambini e ai cittadini con disabilità di scegliere in quale area verde recarsi. L'ingresso dunque avverrà per fasce orarie tutti i giorni della settimana, compresi i festivi, con la modalità di prenotazione "oggi per domani", per un massimo di cinque persone compresi gli adulti o gli accompagnatori. Sono considerate adulte le persone oltre i sedici anni di età, mentre per le persone con disabilità non esiste alcuna limitazione di età: dalle 9 alle 10,30, dalle 11 alle 13, dalle 14 alle 15,30 e dalle 16 alle 18.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento