Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Minacce e aggressioni: estorceva soldi "senza motivo", arrestato

E' successo a Villafrati. In manette un giovane di 22 anni che insieme a due complici si faceva consegnare denaro dalla propria vittima, un concittadino. "E' stata una bravata", si sono giustificati i tre davanti ai carabinieri

All'inizio tutto era nato come un prestito, poi le richieste di denaro si sono moltiplicate. Ormai da settimane tre giovani di Villafrati e Cefalà Diana, insultavano e minacciavano un concittadino costringendolo a dar loro dei soldi senza alcun motivo. Così con l'accusa di estorsione in concorso i carabinieri hanno arrestato un ventiduenne e denunciato due coetanei, tutti incensurati.

La vittima all'inizio aveva ceduto ai tre giovani, pensando che si trattasse solo di un semplice prestito. Poi però, quando si è rifiutato di continuare a dare soldi, sono iniziate le minacce e le aggressioni fisiche. Le indagini, scattate dopo la confessione del malcapitato, hanno portato ieri all'arresto in flagranza del ventiduenne, bloccato mentre si faceva consegnare 250 euro. Agli investigatori i tre hanno detto che si trattava di una bravata. Sono in corso indagini per capire quanto sia stato estorto alla vittima dai tre ragazzi e dove sia finito il denaro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce e aggressioni: estorceva soldi "senza motivo", arrestato

PalermoToday è in caricamento