rotate-mobile
Cronaca

Villa Verdinois, piantati alberi della legalità: "Diverrà giardino della memoria"

Gli alunni della scuola Sanzio si sono occupati della piantumazione di pini e querce donati all'istituto dalla forestale. Virzì, responsabile del progetto: "Ad ogni esemplare daremo il nome di un martire della mafia"

Villa Verdinois si riempie di verde. Sono stati piantumati questa mattina dai piccoli alunni della scuola Sanzio i settanta alberi di pino e quercia donati all'istituto dalla forestale. "Uno spazio fino a poco tempo fa vuoto - dice Vincenzo Miceli, preside della scuola - da riempire, adesso con la gioia e la speranza dei bambini". Soddisfazione espressa dalla IV circoscrizione per "un risultato grandioso - dicono il presidente Silvio Moncada e la consigliera Serena Potenza - in un luogo dimenticato, reso per molti anni ricettacolo di rifiuti e degrado".

Lo spazio adesso diverrà un bene utilizzato dalla collettività, dai piccoli ai più anziani del quartiere anche con la collocazione di panchine e di uno spazio giochi. "La sinergia con la scuola Sanzio - proseguono Moncada e Potenza - con l'assessorato al Verde e con il settore Ville e giardini del Comune di Palermo ha reso possibile ha reso possibile questo risultato". L'idea è quella di intitolare ogni nuovo albero a un martire della mafia e rendere Villa Verdinois un vero e proprio giardino della memoria. "Speriamo di dare il via a questa bellissima iniziativa entro maggio - dice Iolanda Virzì, responsabile del progetto 'Legalità' della scuola Sanzio - un nome per ogni caduto, per ogni eroe la cui storia deve continuare ad essere narrata e a vivere nei cuori degli uomini e delle donne di domani".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Verdinois, piantati alberi della legalità: "Diverrà giardino della memoria"

PalermoToday è in caricamento