Solidarietà, da Villa Sofia una donazione di alimentari a extracomunitari e indigenti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

I buoni pasto per aiutare gli indigenti. Una nuova rete di solidarietà Natale anche con voi… la famiglia si allarga” è partita dall’Azienda Ospedaliera Villa Sofia-Cervello, su iniziativa del Servizio Educazione alla Salute diretto dal dottore Salvatore Siciliano. Grazie   alla disponibilità di 100 dipendenti dell’Azienda, che nelle scorse settimane hanno messo a   disposizione un buono pasto ciascuno e alla collaborazione del supermercato Sisa-Conigliaro (via Ingegneros), 60 sacchetti di derrate alimentari sono stati distribuiti presso tre centri di raccolta per il tramite delle associazioni.

In questi giorni di festività hanno potuto così ricevere prodotti alimentari di prima necessità bambini extracomunitari in età pre-scolare e le loro famiglie attraverso un gruppo di volontari coordinati da Maria Chiara Coppola, ma anche gli extracomunitari dell’Oratorio di  Santa Chiara attraverso il coordinamento di Giovanni Lombardo,  bambini e famiglie indigenti   dell’Albergheria grazie all’associazione “Serafina Farolfi” coordinata da Aurora Amodio.

“Il nostro obiettivo – spiega il dottor Siciliano – è dare continuità a questa iniziativa nata nel periodo   natalizio, per migliorarla e farne un momento non solo di solidarietà ma di educazione alimentare,   favorendo un corretto approccio all’uso dei cibi e rafforzando nei soggetti che ricevono i doni   alimentari la capacità di confrontarsi ed essere utili agli altri”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento