menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Villa Igiea si prepara a riaprire le porte, al via le prenotazioni

Sul sito della catena alberghiera Rocco Forte è possibile riservare le camere a partire dal 3 giugno. La struttura ricettiva, secondo quanto annunciano Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, ha firmato un accordo per riavviare le attività impiegando i 52 lavoratori che altrimenti avrebbero perso il diritto a ogni ammortizzatore sociale

Si avvicina la data della riapertura di Villa Igiea. La struttura ricettiva, secondo quanto annunciano Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, ha firmato un accordo per riavviare le attività impiegando i 52 lavoratori che altrimenti avrebbero perso il diritto a ogni ammortizzatore sociale. Sul sito della catena alberghiera Rocco Forte sono aperte le prenotazioni a partire dal 3 giugno.

Secondo quanto riferiscono le sigle sindacali, il piano prevede l’apertura per almeno sei mesi e anche la tutela dei lavoratori stagionali ai quali sono stati prorogati i termini per il riconoscimento del diritto di precedenza.

I segretari generali di Filcams, Fisascat e Uiltucs, Giuseppe Aiello, Mimma Calabrò, Marianna Flauto, spiegano che “la speranza è che finalmente la situazione possa iniziare a migliorare riportando in Sicilia non soltanto i flussi turistici interni ma anche quelli stranieri per dare finalmente ossigeno al settore del turismo. Con la campagna di vaccinazione, che in altri Paesi sta andando molto velocemente, auspichiamo che si possa arrivare presto anche a uno sblocco dei voli dall’estero per favorire la ripartenza di strutture ricettive come Villa Igiea, che si rivolgono proprio a una clientela di livello alto e proveniente dall’estero. In questo modo speriamo si possa sfruttare in pieno la stagione turistica per un ritorno progressivo alla normalità che possa garantire tutti i livelli occupazionali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento