rotate-mobile
Cronaca

A Villa delle Ginestre più servizi per le future mamme, in funzione risonanza magnetica fetale

Il macchinario consente di eseguire l'accertamento delle patologie encefaliche del nascituro. Il direttore generale dell’Asp, Daniela Faraoni: "Metodica di grande importanza nella diagnosi prenatale". Il capo dipartimento di Diagnostica per immagini aziendale, Elio Bennici: "Possibile accertare anomalie che hanno un ruolo cruciale nella gravidanza"

L’Asp arricchisce l’offerta sanitaria nei confronti dell’utenza e in particolare delle donne in dolce attesa. Nell’unità operativa semplice di Radiodiagnostica di Villa delle Ginestre, guidata da Marco Brancato, legata al dipartimento di Diagnostica per immagini aziendale diretto da Elio Bennici, vengono eseguiti esami di risonanza magnetica fetale (Rmf), metodica di “terzo livello” per l’accertamento delle patologie encefaliche fetali.

"Il Servizio sanitario si dota di una metodica di grande importanza nella diagnosi prenatale – ha sottolineato il direttore generale dell’Asp, Daniela Faraoni – grazie alle professionalità presenti nel dipartimento, la struttura di radiodiagnostica di Villa delle Ginestre, diventa un concreto punto di riferimento per un vasto bacino di utenza che trova nell’offerta pubblica, risposte anche per prestazioni ad elevata complessità”.

La risonanza magnetica fetale, eseguita avvalendosi delle competenze specifiche di Giorgia Falanga, medico radiologo neoassunto all’Asp, con un percorso di formazione accanto ai più grandi specialisti italiani della materia, è priva di effetti biologici sul nascituro e sulla madre e rappresenta il “gold standard” radiologico per la diagnosi delle malformazioni fetali e dei danni conseguenti a infezioni congenite.

"Ruolo cardine della risonanza magnetica fetale – ha spiegato Elio Bennici - è di confermare i reperti evidenziati all’esame ecografico di II livello, identificando eventuali anomalie associate, occulte all’esame ecografico e presenti in una percentuale non trascurabile di feti. Anomalie che modificano la prognosi e che hanno un ruolo cruciale nel percorso della gravidanza".

Per l’accesso all’esame, già eseguibile a Villa delle Ginestre dai primi giorni di giugno, serve solo la prescrizione del medico di medicina generale.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Villa delle Ginestre più servizi per le future mamme, in funzione risonanza magnetica fetale

PalermoToday è in caricamento