Cronaca

Villa Costanza al fianco del Gruppo Italia 243 di Amnesty International

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

#148, come le frustate a cui è stata condannata Nasrin Sotoudeh, avvocata iraniana in carcere per aver difeso, nel suo paese, i diritti delle donne e per aver lottato contro la pena di morte. Amnesty International ha adottato Nasrin come prigioniera di coscienza e noi attivisti saremo presenti la sera di venerdì 29 marzo presso il ristorante Villa Costanza a Palermo, per raccogliere firme a favore di Nasrin.

Ringraziamo i gestori ed il personale di Villa Costanza per aver scelto l'impegno diretto in difesa dei Diritti Umani e per aver deciso di reagire all'indignazione per quanto successo a Nasrin, testimoniandole solidarietà attraverso un gesto simbolico ma significativo. Infatti il personale, venerdì sera, presterà la propria opera verso gli avventori con il simbolo #148 contrassegnato sul viso per solidarietà a Nasrin, e per solidarietà alle troppe persone che in ogni parte del mondo diventano vittime a causa del loro impegno quotidiano in difesa dei diritti di ogni persona.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Costanza al fianco del Gruppo Italia 243 di Amnesty International

PalermoToday è in caricamento