Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Partinico

Da villa di un imprenditore colluso ad alloggio di servizio per i finanzieri, taglio del nastro a Partinico

Si è svolta la cerimonia per la consegna dell'immobile in cui veranno realizzati gli alloggi di servizio destinati alla Compagnia. Oltre al sindaco Pietro Rao presenti anche il generale Domenico Napolitano e i rappresentanti dell'Agenzia beni confiscati e dell'Agenzia del Demanio

Sino al 2014 è stata la villa di un imprenditore colluso con la mafia. A partire da oggi, invece, ospiterà le "fiamme gialle" di Partinico. Si è svolta questa mattina la cerimonia per la consegna di un immobile, in passato di Giuseppe Amato, dove saranno realizzati gli alloggi di servizio per i finanzieri assegnati alla Compagnia di Partinico. Tra i presenti il comandante provinciale di Palermo, il generale Domenico Napolitano, il sindaco Pietro Rao, Gaspare Celesia dell'Agenzia beni confiscati e Pietro Ciolino dell'Agenzia del Demanio.

L'immobile faceva parte del patrimonio del costruttore che, nel corso delle indagini condotte dal Gico della guardia di finanza, sarebbe risultato collegato alla famiglia mafiosa dei Vitale. La "trasformazione" dell'immobile andrà a "rafforzare - si legge in una nota diffusa dal Comando provinciale - la presenza sul terriotiro. L'avvenimento si inserisce nel quadro delle linee strategiche dell'azione della guardia di finanza che mira a incrementare le strutture in dotazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da villa di un imprenditore colluso ad alloggio di servizio per i finanzieri, taglio del nastro a Partinico
PalermoToday è in caricamento