Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca Montepellegrino / Via Dell' Arsenale

Morto in una grotta sott'acqua per salvare due sub, vigili del fuoco ricordano Alfonso Parisi

Si è svolta lo scorso venerdì la manifestazione alla Soprintendenza del mare per illustrare ai giovani studenti le attività dei vigili del fuoco. Poi spazio ai racconti di amici e parenti del sommozzatore deceduto nelle acque della Calabria nel '78

I vigili del fuoco ricordano il loro sommozzatore morto 39 anni fa nelle acque della Calabria per salvare due sub. Si è svolta venerdì la manifestazione in omaggio al nucleo specializzato e organizzata dall’associazione Amici della soprintendenza del mare, in collaborazione con la Soprintendenza del mare, nei locali di via dell’Arsenale. "Mio zio - racconta un nipote - era davvero un grande. Il suo vecchio comandante, che lo conosceva bene e si fidava di lui, gli affidò questa missione delicatissima". Ma il suo coraggio e il suo senso del dovere gli furono fatali.

L’iniziativa, ideata anche per raccontare le difficili operazioni di salvataggio in mare come quella del recupero dei corpi dei migranti di uno dei baroni affondati a Lampedusa, si è sviluppata anche con una mostra delle attrezzature e dei mezzi di salvataggio dei vigili del fuoco del comando di Palermo con l’illustrazione di tutte le funzioni dei vari apparati. Poi la proiezioni di immagini e filmati con la visita al “Museo della storia della subacquea” cui hanno partecipato gli studenti delle scuole medie e superiori della provincia di Palermo.

Nel pomeriggio, invece, gli amici, i parenti e gli altri vigili del fuoco hanno ricordato il loro collega scomparso all’interno di una grotta, a 50 metri di profondità, nelle acque di Lazzaro. Quindi spazio alla proiezione di video e foto storiche che raccontano l’operatività dei vigili del fuoco. Con l’occasione è stata consegnato un trofeo “per la loro infaticabile attività di salvataggio di vite umane in mare, anche a costo - si legge in una nota - della propria incolumità e per il gran senso di solidarietà umana dimostrata in servizio a Lampedusa”.

Presenti alla manifestazione, fra gli altri, il soprintendente del mare Sebastiano Tusa, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l‘ammiraglio Salvatore Gravante della Capitaneria di Porto di Palermo, il presidente dell’associazione Amici della soprintendenza del mare Franco Genchi e Alessandra De Caro, della Soprintendenza del Mare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto in una grotta sott'acqua per salvare due sub, vigili del fuoco ricordano Alfonso Parisi

PalermoToday è in caricamento