menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rissa dopo il sequestro, 4 vigili urbani picchiati in via Giafar

Gli agenti stavano sequestrando due moto elettriche quando un gruppo di minorenni li ha accerchiati e aggrediti. Necessario l'intervento della polizia. Medicati all'ospedale Ingrassia, hanno riportato ferite guaribili dai 5 ai 13 giorni

Tre vigili urbani e una vigilessa sono stati aggrediti ieri sera in via Giafar. Avevano fermato quattro ragazzi a bordo di moto elettriche che vengono vendute come bici elettriche e invece dovrebbero circolare con la targa. Così nel corso del sequestro è scoppiata la rissa ed è stato necessario l'arrivo della polizia per mettere fine all'aggressione. I vigili urbani sono stati medicati all'ospedale Ingrassia e hanno avuto una prognosi dai 5 ai 13 giorni.

Contro gli agenti della polizia municipale - secondo una prima ricostruzione - si sarebbero scagliati una quindicina di ragazzi tutti minorenni, tranne un maggiorenne che ha colpito al volto uno dei vigili. "E' stato un agguato, organizzato dagli adulti che hanno mandato contro gli agenti di polizia municipale i più piccoli che difficilmente rischiano il carcere - dice Nicola Scaglione, segretario provinciale del sindacato Csa -. Da tempo segnaliamo la criticità e la difficoltà di eseguire controlli e fare rispettare le regole soprattutto in alcuni quartieri. Purtroppo non è stata data nessuna risposta dal comando".

In questi mesi la polizia municipale ha sequestrato centinaia di moto elettriche "camuffate" da bici. "I controlli effettuati dalla polizia municipale, in questo come in altri settori - affermano il comandante Vincenzo Messina ed il vicecomandante Luigi Galatioto - sono controlli certamente di legalità ma soprattutto finalizzati alla sicurezza dei conducenti e degli altri utenti della strada. Comportamenti e reazioni violente non avranno certo l'effetto di fermare i controlli né la determinazione degli agenti che li svolgono, in ogni zona della città dal centro alle periferie". Anche il sindaco Leoluca Orlando ha voluto dire la sua sull’accaduto: "Chiunque aggredisca un agente aggredisce l'intera Amministrazione comunale. Chiunque, per qualsiasi motivo, si comporti in modo violento contro un agente, compie una violenza contro la città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento