Botti vietati a Capodanno, appello dell'Ugl a Orlando: “Rendere ordinanza permanente”

Virzì: "Sarebbe un segno di grande responsabilità verso la cittadinanza per i gravi danni fisici procurati dalle deflagrazioni e per i nostri amati animali”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Botti di capodanno, il sindaco Orlando firma l’ordinanza di divieto valevole sino al primo gennaio 2020. Da una nota ufficiale del Comune si evince che saranno vietati su tutto il territorio comunale l’accensione, il lancio e sparo di fuochi d’artificio, mortaretti, petardi, bombette e oggetti similari. “E’ un atto di civiltà – dichiara il portavoce dell’Ugl di Palermo, Filippo Virzì – che si intensifichino adesso i controlli sul territorio nei quartieri popolari ed in particolare nei mercati rionali.

“Chiediamo come Ugl - conclude Virzì - al sindaco Leoluca Orlando, di rendere permanente l’ordinanza per tutto l’anno, un segno di grande responsabilità verso la cittadinanza per i gravi danni fisici procurati dalle deflagrazioni, e per i nostri amati animali, il fragore dei botti scatena in loro una naturale reazione di spavento e li porta frequentemente a perdere l’orientamento, esponendoli così al rischio di smarrimento o di investimento”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento