rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

In un pub di Vienna si serve il “Falcone grigliato” e l’“Impastato cotto"

Da "Don Panino" compaiono delle descrizioni irriverenti accanto ai piatti che portano il nome delle vittime della mafia. Il giudice "grigliato come un wurst", l'attivista "cotto come un pollo". E gli italiani residenti si rivolgono all'ambasciata

Passi per le magliette del Padrino, o per quelle che ritraggono il “classico” mafioso con lupara e coppola. Ma in un pub di Vienna hanno davvero esagerato facendosi gioco delle vittime di Cosa nostra. Nel menu del locale di Siate Gasse “Don Panino”, compare una scritta da far andare di traverso il cibo che si ingurgita. Nella descrizione del panino (guarda foto in basso) “Don Peppino”, cioè Impastato (pesto, olive e pollo da 4 euro e 50), ecco che appare una piccola scheda: “Siciliano dalla bocca larga fu cotto in una bomba come un pollo nel barbecue”.

Ma il menu presenta altre varianti sul “mafioso andante”. Dal “Don Corleone” al “Don Buscetta al “Don Falcone”. Anche quest’ultimo è accompagnato con una didascalia a dir poco da voltastomaco: “Si è guadagnato il titolo di più grande rivale della mafia di Palermo, ma purtroppo sarà grigliato come un wurst”. Insomma, come se in un ristorante siciliano si creasse un piatto ironizzando sulla triste fine di Anna Frank.

E un gruppo di italiani residenti a Vienna infatti non ci sta e sta raccogliendo delle firme su Causes.com per chiedere all'ambasciata di farsi sentire. Chiaro il fine della petizione: “Change the menu and message of Don Panino”, cambiamo nome ai panini.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In un pub di Vienna si serve il “Falcone grigliato” e l’“Impastato cotto"

PalermoToday è in caricamento