Bambole e peluche smarriti in aeroporto, sui social un video per i bimbi: "Li riconoscete?"

A pubblicarlo sui suoi canali è la Gesap. La campagna s'intitola “Come back and pick me up” (torna indietro e prendimi). L'ad Giovanni Scalia: "Contiamo sul fatto che vengano a reclamarli entro la fine del mese"

Una campagna per aiutare i bambini a ritrovare i loro amici peluche o bambole smarriti in aeroporto. A lanciarla sui canali social è la Gesap, la società di gestione dello scalo palermitano Falcone Borsellino che ha condiviso un video per aiutare i piccoli viaggiatori a ritrovare i loro amici. Si intitola “Come back and pick me up” (torna indietro e prendimi) e mostra le immagini dei giocattoli che scorrono sul nastro bagagli. Poi la società invita i proprietari a contattare l’ufficio oggetti smarriti - area Terminal - della Gesap per riprendersi gli oggetti. 

Due anni fa l’iniziativa è stata messa in rete dall’aeroporto di Glasgow, in Scozia, e ha avuto un notevole successo. “Abbiamo voluto seguire l’esempio dell’aeroporto scozzese - afferma Giovanni Scalia, amministratore delegato di Gesap - perché sappiamo quanto sia importante per i bambini ritrovare un giocattolo smarrito in aeroporto. Contiamo sul fatto che qualcuno dei bambini riconosca il suo giocattolo e venga a reclamarlo, almeno entro la fine del mese. Successivamente, i peluche non consegnati saranno donati al centro d’eccellenza per la cura del diabete dell’ospedale di Partinico, dove ad attenderli ci saranno i piccoli pazienti”.

Intanto in aeroporto fervono i preparativi per l’asta degli oggetti smarriti in aerostazione fino a ottobre 2018 che si svolgerà sabato 14 dicembre, alle 10. Tutte le indicazione sull’asta si possono trovare sui canali social dell’aeroporto di Palermo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento