Pedopornografia, in manette due persone: "Avevano foto e video con minori nudi"

Gli arresti sono stati eseguiti dalla polizia postale di Palermo dopo una perquisizione disposta dalla Procura. I materiali rinvenuti saranno confrontati con quelli sequestrati in altre indagini, che hanno coinvolto anche gruppi Telegram o piattaforme quali "La Bibbia 5.0"

La polizia postale di Palermo ha arrestato due persone per detenzione di ingenti quantitativi di materiale pedopornografico, tra cui foto e video che ritraevano minori nudi anche di tenera età. I due, finiti in manette dopo la perquisizione disposta dalla Procura, sono ora in carcere. Si tratta di due cinquantenni, sposati e con figli.

Gli indagati erano già stati in precedenza oggetto d'accertamento da parte della Squadra Mobile di Palermo e del Commissariato di Scampia a Napoli per reati della stessa natura commessi ai danni di minori. L'attività investigativa si è sviluppata anche grazie alle coordinamento con altre agenzie internazionali di Polizia che condividono con il servizio polizia postale di Roma (Centro nazionale per il contrasto alla Pedopornografia online) informazioni aventi ad oggetto la pubblicazione e la diffusione da parte di utenti del web di materiali pedopornografici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il compartimento polizia postale di Palermo già da tempo svolge un ruolo attivo nel contrasto alla pedopornografia, diffusa anche nelle cosiddette reti anonimizzate (darknet). Al riguardo i materiali da ultimo rinvenuti saranno confrontati con quelli oggetto di sequestro in altre indagini, che hanno coinvolto anche gruppi Telegram o piattaforme quali "La Bibbia 5.0" ecc... Per contrastare il fenomeno si evidenzia l'importanza per tutti gli utenti di segnalare eventuali contenuti illeciti rinvenuti sul web (tra cui materiale pedopornografico, file oggetto di revenge porn), rivolgendosi al servizio Polizia Postale e Comunicazioni, sia mediante il commissariato online sia attraverso le diverse Sezioni e compartimenti di polizia postale presenti su tutto il territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento