Viale Regione sempre più lento: limiti di velocità a 50 e 30 chilometri orari

Radici che sbucano dal manto stradale e pericolosi dislivelli nel tratto compreso fra le rotonde di via Oreto e via Lazio: scatta il provvedimento del Comune

In viale Regione Siciliana, nel tratto compreso fra le rotonde di via Oreto e via Lazio in entrambe le direzioni, il limite di velocità vigente di 70 chilometri orari sarà ridotto a 50 chilometri orari. Una decisione che il Comune motiva così: "Il provvedimento, emesso ieri con l’ordinanza numero 999, si rende necessario per motivi di sicurezza stradale, poiché la presenza di radici lungo il viale Regione Siciliana ha provocato delle deformazioni del manto stradale, costituendo un potenziale pericolo per la circolazione stradale. Confermata la limitazione di 30 chilometri orari, in corrispondenza del ponte "Corleone",  per le problematiche connesse alle condizioni strutturali del ponte".

Il provvedimento resterà in vigore fino a metà settembre, periodo entro il quale la Rap eseguirà i necessari lavori di scarifica, taglio delle radici e rifacimento del manto stradale. Gli interventi sulle radici saranno svolti in collaborazione con il settore Verde e Ambiente del Comune. "Gli uffici - dicono dal Comune - avevano valutato il ricorso alla carreggiata unica, ma tale strumento è stato scartato "in relazione agli elevati flussi di traffico ed alle continue manovre di deviazione dalla carreggiata interessata verso la carreggiata di scorrimento" che avrebbero portato ulteriori rischi".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

Torna su
PalermoToday è in caricamento