Viale Regione, abbandonati 33 sacchi coi rifiuti della Kfc: multa per la nota catena

Blitz dei vigili in borghese. La condanna di Orlando: "Danno d'immagine per Palermo, spiace che imprenditori che decidono di investire in città non prestino la necessaria e doverosa attenzione al rispetto delle norme locali"

I sacchi dei rifiuti sul furgoncino sequestrato

Lo hanno sorpreso all'angolo tra via Buzzanca e viale Regione mentre scaricava dal suo autocarro 33 sacchi di spazzatura all'interno dei cassonetti della Rap. Poi la scoperta: all'interno c'erano i rifiuti "prodotti" dalla Kfc, la famosa catena di ristorazione statunitense specializzata in pollo fritto che da poco ha aperto un locale a Palermo, tra via Libertà e via Notarbartolo. Un uomo di 46 anni (C.M. le sue iniziali) è finito nei guai dopo essere stato pizzicato dai vigili in zona viale Michelangelo nell'ambito delle operazioni volte al contrasto al trasporto e all’abbandono illecito di rifiuti. 

E' successo alla vigilia di Natale (ma la notizia è stata resa nota solo oggi dal comando dei vigili). Il mezzo è stato sequestrato penalmente e l'uomo è stato multato per trasporto illecito di rifiuti. In azione gli agenti del Nucleo tutela decoro e vivibilità urbana, intervenuti in abiti civili e a bordo di "autoveicolo civetta". I vigili erano in pattugliamento nella zona di via Regione quando hanno notato il 46enne all'opera. Gli agenti hanno identificato l'uomo e poi gli hanno imposto di aprire i sacchi per controllare il contenuto.

"E' stato verificato - dicono dal comando dei vigili - che tutto il contenuto era interamente riconducibile alla stessa attività commerciale. L'uomo inoltre era privo di qualsiasi autorizzazione o iscrizione all'albo nazionale dei Gestori ambientali. Ha poi riferito di essere percettore di reddito di cittadinanza e di avere semplicemente fatto un favore ad una persona che lavorava nella ditta".

rifiuti-10-38

L'autocarro con il relativo carico è stato posto sotto sequestro e affidato in custodia giudiziale al proprietario, il quale è stato inoltre sanzionato "in quanto si trovava senza alcuna giustificata motivazione a circolare nonostante lo specifico divieto imposto dal Decreto Natale". Successivamente gli agenti hanno effettuato anche un sopralluogo nella sede palermitana della Kfc e "sanzionato il responsabile del personale e dello smaltimento dei rifiuti, in quanto, in zona di raccolta differenziata, non effettuava la differenziazione dei rifiuti", hanno aggiunto dagli uffici di via Dogali.  

Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco Leoluca Orlando: "Spiace che imprenditori che decidono di investire in città non prestino la necessaria e doverosa attenzione al rispetto delle norme locali. A maggior ragione per il danno materiale e d'immagine arrecato alla città oltre che a quello della propria azienda".

Il vicesindaco Fabio Giambrone, che detiene le deleghe al Decoro Urbano e alla polizia municipale, esprime "apprezzamento per l'attività di controllo svolta dai vigili, sempre attenti a contrastare comportamenti illeciti e irregolari. Mi auguro - continua - che fatti come questo e le pesanti sanzioni che ne conseguono valgano da deterrente per chi pensa di potersi comportare come in un far west senza regole".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • Nuovo Dpcm: Governo conferma l'ipotesi dello stop all'asporto per i bar dopo le 18

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento