rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Resuttana-San Lorenzo / Viale del Fante

"I cordoli sono pericolosi", revocata pista ciclabile davanti allo stadio

Il Comune aveva fatto installare lo spartitraffico in viale del Fante. Dalla Prefettura però è arrivato lo stop per motivi di sicurezza e Palazzo delle Aquile ha revocato il provvedimento nel tratto compreso tra via del Carabiniere e piazzetta Salerno

I ciclisti avranno una corsia riservata in viale del Fante, anzi no. Il Comune nei giorni scorsi aveva fatto installare il cordolo divisorio all'altezza dello stadio Barbera, dalla Prefettura però è arrivato lo stop per motivi di sicurezza e Palazzo delle Aquile ha fatto dietrofront revocando l'istituzione della pista ciclabile in tutto il tratto che costeggia lo stadio.

Secondo la commissione di vigilanza su locali di pubblico spettacolo - composta da membri della Questura, dei vigili del fuoco, della protezione civile e della Prefettura - il cordolo può costituire un pericolo perchè è costituito da una struttura all'interno della quale ci sono cubetti di cemento facilmente estraibili e utilizzabili come corpi contundenti. Inoltre, il cordolo non consentirebbe un semplice afflusso e deflusso nel corso delle manifestazioni sportive.

L'ordinanza di revoca della pista ciclabile-(file Pdf)

Il 3 ottobre è quindi stata emessa una nuova ordinanza da parte del Comune che recepisce le indicazioni della Prefettura e ordina la revoca dell'istituzione della pista ciclabile nel tratto di viale del Fante compreso tra via del Carabiniere e piazzetta Salerno dove - in occasione delle partite - avviene il prefiltraggio dei tifosi. Il Comune ha disposto la rimozione dello spartitraffico e adesso dovrà ripensare il progetto. La domanda è: perchè non chiedere un parere prima di iniziare le operazioni?

"L'eliminazione della pista ciclabile bi-direzionale di viale del Fante, protetta da cordoli omologati dal Ministero delle infrastrutture e trasporti, è una sconfitta culturale per tutta la città - tuona su Facebook il consigliere comunale ed ex assessore al Traffico Giusto Catania - e Ritengo che le ragioni addotte dalla commissione pubblico spettacolo siano poco convincenti e spiace constatare che l'amministrazione comunale non abbia elaborato alcuna contro-deduzione al fine di evitare la revoca dell'ordinanza. Sarebbe bastato adottare provvedimenti in vigore in prossimità di tanti altri stadi d'Italia e d'Europa per trovare una soluzione di sicurezza compatibile con la pista ciclabile la quale - conclude Catania - continua ad essere il modello su cui investire per l'espansione della rete ciclabile della città".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I cordoli sono pericolosi", revocata pista ciclabile davanti allo stadio

PalermoToday è in caricamento