VIDEO | Mascherine, ingressi scaglionati e banchi singoli mai arrivati: viaggio nelle scuole che provano a ripartire

Siamo stati all'istituto Sperone-Pertini e nei licei Danilo Dolci e Cannizzaro per raccontare come ci si prepara ad accogliere gli studenti. Nella scuola di via Fichidindia 4 mesi fa è crollato un sottotetto ma ancora nessuno è venuto a verificare

A meno di 10 giorni dal ritorno in classe, previsto in tutta Italia il 14 settembre, tra i mille sforzi della preside della scuola Sperone-Pertini, il calendario è rimasto fermo a marzo, quasi a ricordare quello che è stato, anzi quello che non c'è stato nel silenzio del lockdown. L'ampiezza dei plessi e il numero basso degli studenti di ogni classe, consente l'accesso di tutti nelle aule però svuotate di tutto e in cui non sono mai arrivati i banchi singoli promessi. Al liceo Cannizzaro ogni classe sarà divisa in due per evitare assembramenti, tra ingressi scaglionati rispettivamente nei due accessi e alternanza tra lezioni frontali e da casa. Al liceo Danilo Dolci di via Fichidindia, dove 4 mesi fa è crollato un sottotetto ma in cui nessuno è venuto a verificare altri eventuali danni, ci si organizza con le risorse a disposizione, tra lezioni di 2 ore con dpi in banchi doppi e aule spesso troppo piccole. L'ascensore è guasto da tempo immemore, rendendo impossibile accogliere studenti con disabilità.

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Mascherine, ingressi scaglionati e banchi singoli mai arrivati: viaggio nelle scuole che provano a ripartire

PalermoToday è in caricamento