rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
La storia

Con una Rover fino al confine con l'Ucraina: palermitano riabbraccia la fidanzata in fuga dalla guerra

Dopo giorni di attesa, paura e ansia, i due innamorati ventunenni sono riusciti a ritrovarsi in Romania. Ora sono al sicuro in Italia anche la madre, la zia e la sorella di 12 anni. Il racconto a PalermoToday: "Ho avuto paura di perderla, perché lei si è trovata letteralmente i carri armati sotto casa"

Da Gorizia ha raggiunto il confine con la Romania in auto per riabbracciare la sua fidanzata Ilona, in fuga dalla Ucraina sotto le bombe. E dopo 18 ore di viaggio e diversi giorni di attesa a Sibiu, al confine, è riuscito a farlo. Lui si chiama Francesco Lipari, ha 21 anni, è palermitano ma studia in Friuli dove attualmente vive. Da ieri anche la sua ragazza si trova nella Regione, al sicuro, insieme a una parte della sua famiglia, la madre, la zia e la sorellina di 12 anni. Al momento passano la notte in un dormitorio temporaneo, organizzato dalla Caritas per accogliere i profughi che al momento ospita anche altri 17 ucraini.

Il giovane siciliano non ci ha pensato due volte ad andare a salvarle. E' partito insieme a un amico sassarese, Giuseppe Magnani, proprietario di una vecchia Rover e guidatore (nella foto in basso sono al confine). "Mentre era lì - racconta Francesco a PalermoToday - ho avuto paura di perderla e ho provato molta ansia, soprattutto all'inizio, perché lei si è trovata letteralmente i carri armati sotto casa. E' scappata verso ovest, dalla nonna, ad Oblast di Kmelnistky, e hanno iniziato ad attaccare anche in quelle aeree. E' stato allora che le quattro donne hanno deciso di raggiungere la Romania".

Hanno viaggiato per ore in auto, visto ponti distrutti in tante cittadine e sentito le sirene antiaeree suonare. Per fortuna però ora il peggio è passato. I due studenti universitari, che si sono conosciuti durante l'Erasmus in Lituania e stanno insieme da un anno e mezzo, si sono ritrovati. "Quando l'ho vista - afferma Francesco - ho provato felicità e finalmente mi sono calmato un poco". Per il momento di venire a Palermo non se ne parla perchè la famiglia di Ilona non si vuole muovere dal Friuli: "Vogliono restare a Gorizia perchè sperano che la situazione migliori velocemente per poter rientrare nel loro Paese, dove sono rimasti gli uomini. E da qui è più facile farlo rispetto che dalla Sicilia".

A Palermo quindi Francesco e la sua ragazza ci verranno più in là, nei prossimi mesi. "Ilona già c'è stata e l'adora. Le piace tutto della mia città: i monumenti, i vicoli e le persone soprattutto. L'unica cosa che non apprezza - conclude il palermitano - è la 'munizza'".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con una Rover fino al confine con l'Ucraina: palermitano riabbraccia la fidanzata in fuga dalla guerra

PalermoToday è in caricamento