Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Da Taormina a New York, il giro del mondo di Giacchetto

Nell'ordinanza che ha scoperchiato il "sistema Giacchetto" figurano diversi viaggi effettuati dal manager in compagnia di familari e amici: "un'altra modalità con cui l'imprenditore Pietro Messina avrebbe simulatamente trasferito denaro"

Dal Nord America a Capri, passando per Taormina e la Tunisia. Un'altra modalità con cui, secondo gli inquirenti, l'imprenditore Pietro Messina avrebbe simulatamente trasferito denaro a Faustino Giacchetto sarebbe costituita dal pagamento di viaggi effettuati dal manager, insieme con familiari o amici, il cui costo sarebbe stato fatturato dalle rispettive agenzie di viaggi nei confronti della Effemmerre Group 007  S.r.l., della Effemmerre Team  S.r.l. e ditta individuale Strategie di Comunicazione di Messina Pietro ma anche della Sicily comunication S.r.l. e/o della Media Center & Management S.r.l.

Viaggi soprattutto negli Stati Uniti, come quello effettuati dallo stesso Giacchetto in compagnia della sua famiglia a New York e Miami (un tour completo di soggiorno, transfer, vitto, escursioni, etc., per un totale pari a 29.440,00 euro) con partenza da Palermo il 26 dicembre 2007 e rientro il 4 gennaio 2008. O quello avente come meta sempre New York dal 7 al 16 aprile 2009, per un totale di 18 passeggeri per un importo complessivo pari a circa 38 mila euro. In uno stralcio del provvedimento firmato dal Gip Luigi Petrucci si legge: Anche in questo caso, quindi, MESSINA Pietro e VITALE Angelo, attraverso le rispettive società/ditte, hanno permesso a GIACCHETTO Faustino (insieme ad altri 4 familiari, ndr) di usufruire  dei servizi di viaggio/soggiorno negli Stati Uniti (New York) a totale carico della REGIONE SICILIANA e della UNIONE EUROPEA.

Tra le "trasferte" al centro delle infagini inseriti nel documento figurano anche soggiorni a Taormina  - tra le spese sostenute da MESSINA Pietro per conto di GIACCHETTO Faustino si evidenzia un soggiorno (n. 1 camera matrimoniale, ospite “Faraci Eva”) all’Hotel Monte Tauro di Taormina (ME) dal 9 all’11 luglio 2009 (camera 612), come documentato (...) di euro 940,00 -, un viaggio, del costo di € 36.350,00 effettuato in Tunisia dal 22 al 26 agosto 2008 da Giacchetto con la sua famiglia e con quella di altri tre politici coinvolti nell'inchiesta, un soggiorno a Capri presso l'hotel Quisisana (uno degli alberghi più esclusivi d’Italia), del costo di € 12.869,00 effettuato da Giacchetto e da un altro indagato, con rispettive signore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Taormina a New York, il giro del mondo di Giacchetto

PalermoToday è in caricamento