Col suo furgone vende pesce nel centro storico, ma non ha le licenze: maxi multa

Un venditore ambulante è stato fermato per un controllo in via Sebastiano La Franca. Lungo l'elenco delle contestazioni: dalla mancanza di Scia sanitaria all'occupazione di suolo pubblico. Sotto sequestro oltre 500 chili di prodotti

Col suo furgone girava per il centro storico vendendo pesce, ma non aveva le autorizzazioni necessarie e così è stato multato dalla polizia e la merce è stata sequestrata. I controlli sono stati svolti dagli agenti del commissariato Oreto Stazione con la polizia municipale, la capitaneria e l'Asp nell'ambito di un'operazione incentrata proprio sul commercio fatto da ambulanti irregolari "che, esponendo alla vendita prodotti alimentari non tracciati o non idonei al consumo umano, creano non solo danni economici ai commercianti ma, soprattutto, espongono al rischio di rilevanti danni la salute dei cittadini".

In via Sebastiano La Franca è stato sottoposto a controllo un furgone itinerante con insegna “pescheria”. "L’attività - dicono dalla Questura - è risultata svolta abusivamente: sono state elevate numerose sanzioni: per commercio su area pubblica non itinerante (309 euro), violazione amministrativa per mancanza di Scia sanitaria (3.000 euro), occupazione abusiva del suolo pubblico (173 euro)". Inoltre, sono state poste sotto sequestro alcune attrezzature (rastrelliera con pianale in metallo) e il titolare è stato segnalato per occupazione abusiva di suolo pubblico. Infine, sono state elevate sanzioni amministrative per la mancanza di tracciabilità del pescato (1.500 euro). 

Parte del prodotto ittico, 210 chili, è stato sequestrato. La restante parte, altri 130 chili, è stata devoluta ai bisognosi. Ottanta chili circa sono stati distruti perchè ritenuti non idonei al consumo alimentare dal personale dell'Asp.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento