menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sequestro del centro benessere

Il sequestro del centro benessere

Via Scobar, sequestrato centro benessere a luci rosse: un arresto

Gli agenti della polizia hanno trovato centinaia di profilattici, medicinali per stimolare la sessualità, una decina di telefonini, due personal computer e denaro in contanti

Ufficialmente era un centro benessere, ma in realtà i servizi offerti erano di ben altro genere. Gli agenti del commissariato "Zisa Borgo-Nuovo" hanno sequestrato un via Scobar un "centro benessere orientale" dove, secondo quanto emerso dalle indagini, "si esercitava e si sfruttava la prostituzione".

In manette è finito Lin Jiadi, cinese di 31 anni, accusato di sfruttamento della prostituzione. E' descritto dagli inquirenti come "figura chiave nella gestione del fiorente giro d’affari prodotto dall’attività di meretricio esercitata da una sua connazionale cinquantenne".

I servizi offerti erano pubblicizzati su un sito internet. I poliziotti in borghese sono entrati nel centro e nel corso di una perquisizione hanno trovato centinaia di profilattici, medicinali per stimolare la sessualità, una decina di telefonini, due personal computer, circa 1.000 euro, una rilevante somma di Yuan, valuta cinese, carte di credito e la chiave di accesso al locale. Tutto è stato sequestrato. Indagini sono in corso per accertare l'eventuale coinvolgimento di altre persone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento