menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sequestro messo a segno da Finanza e carabinieri

Il sequestro messo a segno da Finanza e carabinieri

In auto con 139 chili di melassa di tabacco per narghilè: scatta maxi sequestro

Operazione di finanzieri e carabinieri in via dell'Orsa Minore. Il carico era nascosto in cinque valigie e trasportato a bordo di un’auto con all'interno da due uomini di nazionalità tunisina ed egiziana: entrambi sono stati denunciati

Sono stati intercettati in via dell'Orsa Minore mentre trasportavano a bordo di un'auto di grossa cilindrata circa 139 chili di melassa di tabacco per narghilè. Due uomini - si tratta di un tunisino e un egiziano (R.H. e A.I.M. le rispettive iniziali) - sono stati denunciati dopo un'operazione messa a segno dai finanzieri del Gruppo di Palermo e i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Palermo, che hanno sequestrato il carico in flagranza di reato..

"La melassa di tabacco - spiegano dal comando provinciale dei carabinieri - alla stregua delle “bionde”, è assoggettata alla disciplina dei Monopoli di Stato, per cui la detenzione, il trasporto e la commercializzazione al di fuori dei canali ufficiali configura la fattispecie penale del contrabbando. Da un controllo, in via dell’Orsa minore è stata accertata l’illecita detenzione della ingente quantità di prodotto da fumo, che era tutta nascosta all’interno di 5 valigie, custodite nell’abitacolo e nel bagagliaio dell’autovettura sulla quale viaggiavano i due contrabbandieri". La sostanza è costituita, oltre che da tabacco trinciato grossolanamente, da melassa, che serve per aromatizzarlo, e da glicerolo.

I 139 chili di melassa di tabacco, suddivise in altrettante buste da un chilogrammo, sono stati quindi sottoposti a sequestro, poiché si è configurato il reato di contrabbando di tabacchi lavorati esteri ai sensi dell’art. 291- bis del D.P.R. 43/73. I due stranieri (uno di loro è un volto già noto alle forze dell’ordine per stesso reato) sono stati deferiti in stato di libertà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento