Cronaca Libertà / Via Emanuele Notarbartolo

Via Notarbartolo, la “banda degli iPhone” colpisce ancora: rapinati due ragazzini

Dopo la denuncia gli investigatori si sono messi a caccia degli autori della rapina. Un episodio che allunga la scia di furti e aggressioni ai danni di giovanissimi. Tre settimane fa era stata scoperta un'altra banda che aveva più volte terrorizzato i possessori degli smartphone

Via Notarbartolo

Prima le minacce. Poi l'"incasso". E cioè iPhone e smartphone. Colpisce ancora la baby gang dei telefonini. Una nuova banda spaventa gli adolescenti palermitani. I giovani malviventi sono entrati in azione rapinando i telefonini a due ragazzi. Le vittime hanno raccontato dopo essere rientrate a casa, di essere state prese di mira da due giovani di 17 anni, nella zona di via Notarbartolo.

Dopo la denuncia gli investigatori si sono messi a caccia degli autori della rapina. Un episodio che allunga la "collezione" di furti e aggressioni ai danni di giovanissimi. E dire che appena tre settimane fa era stata scoperta un'altra banda che aveva più volte terrorizzato i possessori degli smartphone. I quattro componenti della gang erano stati arrestati dai carabinieri: tre minorenni, di 17, 16 enne e 15 anni, e un giovane di 23 anni. Le ultime rapine erano state messe a segno ai danni due ragazzi in via Notarbartolo e in via De Spuches. L'ultimo colpo in via Monteleone, nei pressi di via Roma. La vigilia di Natale avevano preso di mira un giovane di 23 anni, minacciandolo con una bottiglia di birra per portargli via il cellulare.

Ma in tutti questi casi il modo di mettere a segno i colpi sempre lo stesso. I malviventi approfittano del fatto che i giovani hanno in mano il telefono per chattare o per parlare. E se la vittima abbozza una reazione, la baby gang passa anche alle percosse.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Notarbartolo, la “banda degli iPhone” colpisce ancora: rapinati due ragazzini

PalermoToday è in caricamento